A Collepasso è Festa della Patrona! Innovazione e tradizione nell’intenso e lodevole programma del nuovo Comitato

5 Settembre 2017 Off Di Pantaleo Gianfreda

Ce l’hanno messa tutta i componenti del nuovo Comitato, presieduto dal giovane presidente-delegato Vincenzo Longo e autodenominatosi “Comitato 2.0 Festa Comitato Collepasso”, per offrire quest’anno una nuova immagine della tradizionale Festa della Madonna delle Grazie, Patrona di Collepasso.

Innovazione e tradizione caratterizzano il lodevole programma – “impegnativo, “lungo” e di tutto rispetto” – preparato  da un instancabile Comitato, le cui “fatiche” si leggono tutte le sere sui volti stanchi, ma soddisfatti, dei suoi componenti.

La “svolta” si percepisce in modo palpabile e sta riscuotendo notevoli consensi tra i cittadini.

Emblematica ed eloquente, al di là delle diverse valutazioni, quella Tour Eiffel “piazzata” nella piazza centrale, nello spazio antistante il Palazzo municipale, che svetta verso il cielo. Percezione, immagine e voglia di “elevazione” di una comunità che merita molto più di quello che “passa” certo grigio e dominante “convento” di “noia e abbandono”… una comunità che nel suo seno possiede, invece, tanti talenti ed energie capaci di sovvertire il cliché di un paese “disteso come un vecchio addormentato…”.

Il culmine della Festa sarà, come ogni anno, nei giorni 7, con la processione per le vie del paese, e 8 settembre, ricorrenza liturgica della Natività della Beata Vergine Maria, ma già da giorni (e nei prossimi) il paese pullula di iniziative grandi e piccole di ogni genere.

LEGGI ANCHE  Verità e chiarezza sul “fatto dei Vigili” del 31 luglio

La liturgia religiosa di preparazione alla Festa ha avuto inizio il 30 agosto  con la Novena in onore della Madonna, “predicata” da don Giuseppe Mengoli, collepassese verace e parroco della Parrocchia “Maria SS. Immacolata” di Maglie.

Il primo e importante appuntamento civile, oltre a quelli “preparatori” tra luglio e agosto, è stato, invece, la ben riuscita “Fiera mercato e del bestiame”, che si è svolta domenica 3 settembre tra piazza Dante, largo delle Poste e vie limitrofe. Una location centrale e innovativa, che ha permesso un maggior afflusso di visitatori e la “riappropriazione” popolare e pedonale di piazze, vie e angoli del paese. In serata, in piazza Dante, si è tenuto l’atteso e riuscito concerto del gruppo etnomusicale “PetraMeridie”, che vanta la presenza del bravo vocalist collepassese Gigi Marra, esibitosi per la prima volta nel suo paese, nonostante ideatore e manager del gruppo sia proprio un collepassese, Giorgio Panzeri.

Nella stessa serata è stata, poi, inaugurata la mostra d’Arte presso il Palazzo baronale, una “Miscellanea” di opere ed artisti quasi tutti collepassesi (Mario Pellegrino, Giancarlo Nunziato, Piero Schirinzi, Rosaria Sedile, Elena Costa, Chiara Fersini, Paolo Longo). Una mostra bella e stimolante, aperta sino al 13 settembre, che vale la pena di visitare.

Sempre in piazza Dante, tre altre iniziative sono in corso in queste serate: lunedì 4, con il liscio de “Gli Evergreen – Giulio Manco e la sua band”; martedì 5, con il cabaret “Alto e Basso, gli imitatori del Salento” e mercoledì 6 con “Cantautorando”, viaggio nella musica d’autore.

LEGGI ANCHE  Si rinnova venerdì 16 novembre il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze

Giovedì 7, vigilia della Festa, alle ore 19.30, celebrazione della Santa Messa e, subito dopo, la processione per le vie del paese con la statua della Madonna e l’accompagnamento musicale del Gran Concerto “Città di Francavilla Fontana”. All’arrivo nella piazza, addobbata dalle luminarie della ditta De Cagna di Maglie, il coro dell’Azione cattolica eseguirà l’”Ave Maria” di Schubert e il predicatore don Giuseppe Mengoli svolgerà la sua omelia in onore della Patrona. La stessa banda, diretta dal maestro Ermir Krantja, salirà poi sulla cassa armonica per eseguire brani di musica operistica.

Venerdì 8, festa liturgica della Madonna, le Sante Messe seguiranno l’orario festivo. Alle ore 10.00, Messa solenne celebrata da mons. Quintino Gianfreda, vicario dell’arcidiocesi di Otranto, accompagnata dal coro “Le voci del cuore”, diretto dal maestro Ilario Marra. Al termine, spettacolo pirotecnico diurno a cura della Ditta Pirotecnica Napoletana di Matino .

Nella mattinata e nella serata di venerdì si alterneranno in piazza le bande di Francavilla Fontana e “Schipa-D’Ascoli” di Lecce, diretta dal maestro Paolo Addesso, mentre nelle contigue vie Car. Rollo e N. Sauro si potrà ammirare l’antica arte dei Madonnari.  Inoltre – novità assoluta per la Festa -, dalle ore 20.00 alle 24.00 e ad intervalli di un’ora, “Videomapping 3D” sulla facciata della chiesa, a cura dei visualartist Piero Schirinzi, Hermes Mangialardo e Andrea Raho.

LEGGI ANCHE  “Vicenda rondò”: una surreale Commissione provinciale… “tout va très bien, Madame la Marquise!”

Sabato 9, “aspettando Silvestre“, serata multieventi (musica, teatro, arte, fotografia, artisti di strada, mostre, mercatino agroalimentare ed artistico ed altro ancora) tra piazza Dante, Castello baronale e le altre vie del centro. Uno spettacolo pirotecnico a cura della Ditta Pirotecnica Napoletana di Matino concluderà la serata.

Domenica 10, alle ore 21.00, in piazza Dante, gran finale con l’attesissimo ospite della serata, Sergio Sylvestre, noto al grande pubblico per l’ottima performance nell’ultimo festival di Sanremo e la vittoria al programma TV “Amici” di Maria De Filippi. Per il noto e possente artista, alto 2,08 metri, è il primo concerto nel “suo” Salento dopo la notorietà e il lancio nazionale. Sergio Sylvestre, infatti, nato a Los Angeles da madre messicana e padre haitiano, in questi ultimi anni è stato “di casa” nel Salento, prima come turista e poi, trasferitosi a Lecce, come cantante del Samsara Beach, il noto locale di Gallipoli.

Un ringraziamento al Comitato per l’impegno profuso e un invito a tutti a contribuire alla buona riuscita della Festa Patronale.

Buona Festa a tutti!

Pantaleo Gianfreda