La “differenziata” non fa la differenza a Collepasso (-1,5%). Cosa aspetta la Marra a dimettersi dopo quest’altro fallimento?

La “differenziata” non fa la differenza a Collepasso (-1,5%). Cosa aspetta la Marra a dimettersi dopo quest’altro fallimento?

17 Gennaio 2024 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

Marra & Manta

A Collepasso la raccolta differenziata arretra. È la prima volta che succede.

La “distrazione di massa” che la Manta, “sindaco per caso” (e per disgrazia di una povera Collepasso “violentata”, nonostante la diversa e deviante apparenza, da devastanti scelte/non scelte amministrative), esercita quotidianamente e subdolamente tramite i social sulle menti (!!!) di tanto “volgo-allocco” che ama essere preso per i fondelli, fa passare in secondo piano certe importanti e significative notizie.

Dati significativi e incontestabili che, da un lato, dovrebbero far riflettere seriamente chi amministra e, dall’altro, certificano uno dei tanti fallimenti di questa Amministrazione ormai a metà del suo percorso.

Nell’anno 2022, infatti, si è registrata nel Comune di Collepasso, guidato dalla coppia Manta-Marra, una diminuzione dell’1,5% della Raccolta differenziata rispetto al 2021, mentre altri Comuni vicini aumentano la loro quota, alcuni anche in modo notevole. Come, ad esempio, i Comuni di Matino e Parabita: il primo registra un aumento del 3,4%, il secondo addirittura del 9,4%.

Questi dati sono stati presentati pochi giorni fa da Legambiente nell’annuale Report sui “Comuni ricicloni” della Puglia, riportati da tutti i giornali provinciali e regionali (cliccare su Report).

Un risultato oggettivamente negativo per l’attuale Amministrazione, in particolare per la fatua e inconsistente Assessore all’Ambiente Monica Marra, amministratore “fricipittule”, “tutto fumo e niente arrosto” e, pertanto, “pappa e ciccia” con la Manta, che, come noto, ama attorniarsi da persone inconsistenti e incompetenti per non far risaltare eccessivamente anche la propria inconsistenza e incompetenza.

Il settore dell’Ambiente, cui fa capo la gestione dei rifiuti, è indubbiamente oggi uno dei più importanti e delicati. Importante sotto l’aspetto gestionale, importantissimo per quello programmatorio e dei possibili investimenti “materiali e immateriali”, essendo uno dei settori particolarmente attenzionati dai notevoli finanziamenti del PNRR e dagli interventi regionali dei Piani Operativi.

LEGGI ANCHE  In pensione Giovanni Rollo, “pilastro” del Comune e “perno” dell’attività amministrativa

Certamente la Marra è la meno adeguata, per forma mentis e competenze specifiche, alla responsabilità di un settore oggi così importante e strategico per un Comune.

Dopo che è recentemente scoppiata la “vicenda Parco Bosco” con la grave situazione fitosanitaria che sta portando al disseccamento degli alberi, quest’altra “tegola” dimostra che le chiacchiere feis-buccalùn della Manta & C. nnu’ inchiane panza, ma servono solo a prendere in giro i cittadini ed imbellettare l’immagine di amministratori precocemente invecchiati, deteriorati e persino “mostrificati” da incredibili menzogne e arroganti comportamenti autoritari, divisivi ed antidemocratici.

Sulla grave situazione del Parco Bosco ritornerò a breve. Intanto perché, mentre i giorni passano e la situazione si aggrava, non c’è ancora traccia di scelte e atti amministrativi urgenti per far fronte alla drammatica situazione. Dall’altro, perché diverse e attendibili fonti hanno confermato l’iniziale sospetto che questi amministratori fatui e irresponsabili erano a conoscenza già da mesi della grave situazione del Bosco, ma hanno fatto finta di ignorarla e l’hanno occultata per squallidi motivi politico-elettoralistici e per tutelare “l’immagine” dell’Amministrazione, come se prima o poi il caso non sarebbe “scoppiato”, come è successo.

Invano cerchereste queste “cattive” notizie nel “Libro delle favole” che la “Grimm de noantri” tesse quotidianamente su Facebook per illustrare a “bambi-feis” boccaloni le “magnifiche sorti e progressive”, di leopardiana memoria, di questi patetici “gattopardi de noantri”. Né le troverete sulle pagine o nei gruppi Facebook “fiancheggiatori”, nelle fantasie oniriche e nelle incursioni belliche di “guardie svizzere” e acide “erinni”, negli stupidi commenti di “longhi” onomatopeici di “favette” che azotano “curti” cervelli e di tanti altri “personaggi in cerca d’autore”, molti dei quali ieri “al soldo” (virtuale, naturalmente) di Menozzi e oggi della Manta.

LEGGI ANCHE  Lucia, donna-madre e donna-padre, al traguardo dei 100 anni… tanti auguri, nonna Lucia!

La raccolta differenziata è una di quelle problematiche, serie e qualificanti, che fa la “differenza” tra amministratori seri e capaci e amministratori “fricipittule”.

Nuovo Quotidiano di Puglia, 13.1.2024 (cliccare sull’immagine per leggere bene)

La nostra assessora “fricipittule” tenta di impegnarsi, di darsi da fare, si fa vedere sempre in giro (spesso “girando a vuoto”)… 52enne disoccupata, deve pur in qualche modo meritarsi il suo non indifferente “reddito di amministranza”… ma… pareddhratutta iddhra ete… cioè, una “nullità” politica ed amministrativa (non è un’offesa – voglio bene alla povera Monica -, ma una semplice e amara constatazione). Non riesce nemmeno a “proferir parola” nei Consigli comunali, dove spesso, per non farle fare figuracce (come è successo), interviene in sua vece/voce altro assessore o l’amica Laura. Lei tace perché non sa cosa dire in pubblico… ma nel privato dice, trama e spettegola tanto… e in questo è “grande” e competentissima!

Monica Marra abbia, perciò, la dignità di dimettersi o, almeno, di rinunciare alla delega all’Ambiente e di tenersi solo quella al “Benessere animale”, con la quale potrà continuare a postare su Facebook i suoi tanti e indubitabili successi “da/per cani”… e, soprattutto, non le salta il “reddito di amministranza“!

Basterebbe confrontare i dati, le iniziative e gli atti di qualche Comune vicino per capire che, al di là dello schieramento politico, contano soprattutto la qualità delle persone che guidano un Comune, che la “differenza”, anche nella “differenziata”, la fanno la qualità degli amministratori.

Altri hanno amministratori seri e competenti, noi amministratori “fricipittule”!

Il guaio è che, come sempre, ci sono “boccaloni” che si accontentano solo delle “pittule”!

LEGGI ANCHE  Ufficio Vigili chiuso: comunicazione on line per Menozzi

… e bbinchiative te pittule… ma non lamentatevi se poi arrivano li dulori te panza!

Pantaleo Gianfreda

Post scriptum

Dopo la pubblicazione dell’articolo, un lettore mi ha segnalato un emblematico post del 5 novembre 2021 pubblicato da una Marra pimpante (e in mascherina…) sul suo profilo Facebook.

Quel giorno la neo-assessore all’Ambiente Marra e il cons. Gianfreda furono spediti a Bari dalla Manta per ritirare il premio assegnato al Comune di Collepasso per essersi distinto nell’anno 2020 per l’ottimo risultato della raccolta differenziata, posizionandosi al 3° posto a livello provinciale e al 30° a livello regionale.

Naturalmente, come sono soliti fare gli attuali amministratori, nel post non vi è cenno alcuno alla precedente Amministrazione, tanto che all’epoca quasi tutti pensarono che il merito fosse della nuova Amministrazione, che venne gratificata dai commenti elogiativi dei soliti “feis-uccaperti”.

Il “vizietto” dell’“appropriazione indebita”, che nel Codice Penale si chiama anche furto, è ormai costume, o meglio malcostume, dell’Amministrazione Manta-Marra, che non ha avuto mai la correttezza e il dovere di riconoscere altrui meriti.

Pubblico integralmente il post, corredato dalle foto pubblicate all’epoca, per una seria e sana riflessione.

Leggete bene, comunque, la chiosa finale del post: “Avanti così, puntando a ricevere per gli anni a venire il premio “Comune Rifiuti Free”!

Abbiamo visto come è andata a finire e la figuraccia attuale delle Marra/Manta & C.

Quel post oggi ha qualcosa di ironico, ma rappresenta anche l’ulteriore “prova provata” di quanto ho scritto stamattina, oltre che la “vendetta postuma” di Facebook, che tutto registra e conserva, il cui uso smodato e apologetico si trasforma talora in boomerang, certificando in questo caso come… allu squaijare te la neve, pareneecc. ecc.


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda