Sciolto il Consiglio comunale di Neviano per “condizionamenti della criminalità organizzata”

Sciolto il Consiglio comunale di Neviano per “condizionamenti della criminalità organizzata”

6 Agosto 2022 0 Di Pantaleo Gianfreda

La sede del Municipio di Neviano

Festa “amara” quest’anno a Neviano.

La ripresa della tradizionale Festa della Madonna della Neve, interrotta negli ultimi due anni a causa della pandemia, ha coinciso, infatti, con un evento traumatico per l’intera comunità nevianese: lo scioglimento del Consiglio comunale per “accertati condizionamenti da parte della criminalità organizzata”.

È quanto deciso ieri dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, dopo le vicende che nel febbraio 2022 portarono all’arresto, nell’ambito dell’operazione “Insidia”, di 15 persone legate al clan Coluccia, tra cui l’assessore Antonio Megha, 62 anni, avvocato e già sindaco del Comune di Neviano.

Proprio recentemente la Procura della Repubblica di Lecce ha chiesto il processo per Megha e altri 17 imputati coinvolti nel blitz del febbraio scorso.

Secondo l’accusa, l’ex sindaco ed ex assessore Megha deve difendersi dall’accusa di voto di scambio politico-mafioso, avendo chiesto ad un componente del clan Coluccia, in occasione delle elezioni amministrative del settembre 2020, di procuragli almeno cinquanta voti in cambio di tremila euro e con l’impegno a rappresentare gli interessi della famiglia mafiosa nel territorio calabrese e far assumere il figlio del capo clan da un’azienda del settore della raccolta dei rifiuti urbani. Con l’aggravante che Megha veniva poi eletto consigliere comunale e nominato componente della Giunta con delega alla Cultura, Istruzione e Contenzioso.

LEGGI ANCHE  Report Asl Covid: 373 (-222) gli “attualmente positivi” in provincia e 4 a Collepasso (-2)

Gli altri imputati rispondono a vario titolo delle accuse di associazione di tipo mafioso, usura, estorsione, spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia (Dda) e condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo dalla primavera 2019 ad inizio 2021, aveva interessato i territori di Galatina, Aradeo, Neviano, Cutrofiano e Corigliano d’Otranto (cliccare su articolo).

La gestione del vicino Comune di Neviano sarà ora affidata per 18 mesi ad una Commissione straordinaria.