Il collepassese Lorenzo Pellegrino campione nazionale Aci Karting

Il collepassese Lorenzo Pellegrino campione nazionale Aci Karting

13 Ottobre 2021 0 Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lorenzo Pellegrino sul podio

Nuovo e importante traguardo per il campione collepassese di karting, il 29enne Lorenzo Pellegrino, che nel novembre 2020 si era riconfermato per il secondo anno consecutivo campione regionale Aci Karting ed oggi assurge “agli onori” sportivi nazionali.

Lorenzo ha vinto, infatti, domenica scorsa, il titolo di campione nazionale Aci Karting nella sua categoria.

Lorenzo Pellegrino (al centro) con la coppa del 1° posto nella sua categoria di Karting

Nei giorni 8-10 ottobre si sono tenute, presso la Pista salentina di Ugento, le gare per la Finale Nazionale dei Campionati Regionali, che ha avuto validità anche per il Campionato Italiano per Squadre Regionali.

Una Finale che ha visto i kartisti pugliesi primeggiare in varie categorie, facendo conquistare alla Puglia la vetta della classifica del Campionato Italiano per Squadre Regionali con ben 527 punti, seguiti a distanza dalla Calabria con 255 punti, Sicilia (236), Campania (176) e Lazio (123).

Lorenzo in gara

Lorenzo Pellegrino

Nella categoria “KZN Under” la vittoria è andata al collepassese Lorenzo Pellegrino (Maranello-TM Racing), mentre l’altro pugliese Giovanni Cecere (Praga-TM Racing), vincitore del prefinale, si è dovuto accontentare della seconda posizione. Terzo e quarto posto anche per altri due piloti pugliesi, Mattia Centonze e Matteo D’Urso, mentre il quinto è stato conquistato dal calabrese Domenico Spinelli.

Una bella e grande soddisfazione per il nostro campione e anche per il padre Rocco, meccanico di professione, che segue costantemente il figlio e gli ha trasmesso la passione per il go-kart, che Lorenzo segue ed esercita sin da tenera età.

Rocco Pellegrino e il figlio Lorenzo

Bravo, Lorenzo! Auguri… e ad maiora!

Pantaleo Gianfreda


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •