I risultati definitivi che hanno “consacrato” Laura Manta sindaca di Collepasso

I risultati definitivi che hanno “consacrato” Laura Manta sindaca di Collepasso

4 Ottobre 2021 3 Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Netto ed eloquente il risultato elettorale che ha “consacrato” Laura Manta come “prima cittadina” e prima donna nella storia a guidare il Comune di Collepasso ed ha rinnovato quasi totalmente il nuovo Consiglio.

Piuttosto bassa l’affluenza alle urne, inferiore di quasi sette punti rispetto a quella già bassa delle precedenti elezioni del giugno 2016, quando gli elettori furono 4.129, pari al 67,50% del corpo elettorale.

In questa tornata elettorale hanno votato 3.625 elettori (1.784 maschi, 1.841 femmine) su 5.969 aventi diritto, pari al 60,73%.

Laura Manta

La neo sindaca ha ottenuto 1.495 voti, pari al 41,24% degli elettori. Un dato eclatante e inaspettato, che “coglie” la volontà di cambiamento e, al contempo, il senso di insofferenza verso Menozzi e gli ormai ex amministratori da parte della comunità collepassese.

Con questo risultato la sindaca Manta si garantisce la maggioranza di otto consiglieri (più lei), mentre alle due liste di minoranza, che hanno raggiunto i quozienti necessari, vanno quattro consiglieri (due a testa).

Le altre tre liste hanno avuto il seguente risultato: 1.001 voti a “Nuova Alleanza per Collepasso” di Mario Vecchio (27,61%), 883 per “Viva Italia Popolare” di Salvatore Perrone (24,36%) e 142 per “Fiamma Tricolore” di Lucio Russo (3,92%).

Ben nove i “volti nuovi”, quasi tutti della lista “Collepasso impegno comune” della neosindaca, che ha eletto ben sette consiglieri alla loro prima esperienza amministrativa (a parte Monica Marra, già consigliera nella passata Amministrazione, si tratta di Eliana Vantaggiato, Pino Perrone, Giuseppe Castellana, Angelo Gianfreda, Maria Grazia Malorgio, Giovanni De Luca e Beatrice Piccinno; primo dei non eletti, Ivan Mazzotta, che aveva già revocato la sua candidatura).

Due donne le prime elette (Monica Marra con 311 preferenze ed Eliana Vantaggiato con 273), cui seguono Pino Perrone (257) e gli altri.

Rinnovamento totale anche per la lista di Mario Vecchio, che elegge solo due consiglieri e lascia a casa tutti gli uscenti amministratori.

In Consiglio siederanno all’opposizione lo stesso Mario Vecchio e Sabrina Perrone, prima della lista con il maggior numero di preferenze (188). Seguono Luigi Felline (1° dei non eletti) con 176 e Gabriella Marra con 175, mentre l’ex sindaco Menozzi conquista solo il quinto posto con 141 preferenze e il povero Gino Mastria risulta 11° della lista con 61, preceduto al 10° dall’ex assessore di centrosinistra, oggi candidatosi con il centrodestra, Antonio Ciccardi con 69 preferenze. Nessuno dei due sarebbe stato eletto nemmeno se Mario Vecchio avesse vinto.

Uno smacco gigantesco per tutti questi “personaggi”!

Tra i “nuovi” della lista, buoni i risultati di Antonio Marra ed Eleonora Greco, rispettivamente al 4° e al 6° posto con 147 e 115 preferenze.

Rimangono, invece, in Consiglio gli “eterni” Salvatore Perrone e Rocco Sindaco, i due consiglieri di opposizione eletti con “Viva Collepasso futura”. Rocco Sindaco è il candidato più votato di tutte le liste con le sue 333 preferenze. Primi dei non eletti Quintino Gatto ed Alexia Baglivo (165 e 161 preferenze).

Nessun seggio, invece, per Lucio Russo, che ottiene, comunque, un buon risultato, considerata la sua fiammante “solitudine”.

Analisi postelettorali ad altra occasione, ma il risultato appare netto e chiaro.

Ora la nuova sindaca deve mettersi al lavoro per non deludere le attese dei cittadini… e non sarà facile perché troverà un Comune “alli peti te Cristu” che sarà difficile risollevare nel breve e anche nel medio periodo.

Nell’immediato nessuno può attendersi miracoli, ma solo “segnali” importanti ed emblematici, cominciando dalla formazione della nuova Giunta e dall’assegnazione degli incarichi dirigenziali, che diano il “segno” dell’auspicato cambiamento e rinnovamento.

I cittadini volenterosi ed onesti le saranno accanto se lei finalmente si aprirà a tutti i contributi e a tutte le buone proposte. C’è molto da fare e tutto da ricostruire ed ogni cittadino od associazione può svolgere la sua parte nell’interesse dell’intera comunità.

Prima di chiudere, un doveroso ringraziamento a tutto l’Ufficio elettorale comunale, oggi “capitanato” da Luca Specchiarello, aiutato dai “pensionati” Isaia Malorgio e Giovanni Rollo ed altri dipendenti, con alla testa la leader maxima della burocrazia comunale, la Segretaria Generale Anna Pina Traldi (… i vertici politici ed amministrativi di questo Comune sono, ormai, tutti in mano alle donne!). Un particolare ringraziamento a Giuseppe Sansò, che mi ha fornito celermente i dati definitivi da pubblicare su questo blog, unico canale informativo, considerato il permanere, al momento, del black out di facebook e di altri social.

Alla neosindaca e a tutti i neoconsiglieri di maggioranza ed opposizione,

auguri di buon lavoro!

Pantaleo Gianfreda

Per la lettura dei risultati di liste e preferenze cliccare su

Amministrative 2021


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •