Padre di famiglia

28 Maggio 2010 Off Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Padre di famiglia

il_fatto4Leggendo il lungo elenco delle severe misure decise dal governo per rimettere a posto i conti pubblici, si vede chiaramente chi ci rimetterà: le donne che aspettano di andare in pensione, i dipendenti statali che non avranno più aumenti, i magistrati, i prefetti, i diplomatici e i dirigenti pubblici che si vedranno tagliare lo stipendio, i cittadini che dovranno rinunciare ai servizi sociali.

Ora, l’unico che non ci rimetterà neanche un centesimo – visto che non incassa, bontà sua, l’indennità ministeriale – è proprio il presidente del Consiglio. Né lui, né le sue ex mogli, né i suoi figli, né i suoi nipotini saranno colpiti dalla stangata. Aveva ragione, dunque, quando ieri spiegava di aver agito «secondo il principio del buon padre di famiglia». Parlava della sua.

(da “Bonsai”, rubrica di Sebastiano Messina, la Repubblica, 27.5.2010)


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •