La Puglia accoglie un bambino palestinese di 9 mesi malato di SMA. L’appello di un amico palestinese per un “aiuto morale” alla famiglia

La Puglia accoglie un bambino palestinese di 9 mesi malato di SMA. L’appello di un amico palestinese per un “aiuto morale” alla famiglia

30 Marzo 2024 0 Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

La Puglia accoglie un bambino palestinese di 9 mesi con Sma di tipo 1, la più grave forma di atrofia muscolare spinale.

Dopo essere atterrato con la famiglia a Fiumicino, il bambino è arrivato due giorni fa a Bari con ambulanza pediatrica di rianimazione dell’Ospedale Pediatrico “Giovanni XXIII”, messa a disposizione dalla direzione dell’azienda ospedaliera.

Il bimbo e i suoi genitori arrivano in Italia grazie al contributo dell’Associazione Famiglie Sma, che un mese fa ha accolto l’appello di un familiare e attraverso la sua presidente, Anita Pallara, ha chiesto il supporto della Regione Puglia per assicurare al piccolo le migliori cure. Grazie all’intervento della Regione, la famiglia, che proviene da Ramallah, ha potuto ottenere dall’ambasciata il visto d’ingresso nel nostro Paese.

“Accogliamo in Puglia un bambino palestinese che deve essere curato da una forma di malattia neurologica che prevede terapie molto particolari, che non erano possibili nel suo Paese anche a causa della guerra. La collaborazione tra la Regione Puglia e il Governo, nella persona del sottosegretario Alfredo Mantovano, ha permesso il rilascio dei visti e ci consentirà di ricoverare questo piccolo paziente al Giovanni XXIII di Bari”, ha dichiarato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che ha ringraziato anche Anita Pallara con l’associazione Famiglie Sma (cliccare su Regione).

LEGGI ANCHE  “I Fiori del Jazz” a Collepasso, festival dedicato alla voce femminile (4-5 agosto, ore 21, Palazzo Baronale)

Un appello dalla Palestina arriva tramite WhatsApp da un caro amico, che conosce la famiglia e la situazione del bambino. Chiede di supportare la famiglia nel lungo periodo di degenza, circa un anno.

A Bari la famiglia non conosce nessuno. Non vogliono soldi, ma solo un aiuto morale – dice Salah -. Vogliono che qualcuno li connetta con la comunità araba a Bari perché rimarranno a lungo per il trattamento. Il vostro aiuto è veramente importante in questo momento”.

Non mi resta che trasmettere questo appello agli amici di Bari e alla comunità araba in Puglia perché supportino e diano un aiuto morale alla famiglia. Il numero dell’Ospedale Pediatrico “Giovanni XXIII” è 080.5591111.

Pantaleo Gianfreda


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda