Investito mortalmente su via Roma, muore l’83enne Salvatore Tedesco, “lu Totu furnaru”

Investito mortalmente su via Roma, muore l’83enne Salvatore Tedesco, “lu Totu furnaru”

31 Gennaio 2024 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

Investito mortalmente nel pomeriggio dell’odierno 31 gennaio, verso le 16.00, su via Roma, all’altezza del “Tabacchi Mangia”, è deceduto l’83enne Salvatore Tedesco, noto in paese per l’apprezzato forno a legna, oggi gestito dai figli, posto alla periferia del paese, in via Lamarmora, a poche centinaia di metri dal vecchio cimitero.

La dinamica del mortale incidente è apparsa subito chiara.

La salma del povero anziano

Mentre attraversava la strada, uscendo probabilmente dal tabaccaio, l’anziano uomo veniva investito in pieno da un’auto condotta da una donna del luogo, che proveniva dalla via di Maglie, che, forse accecata dal sole, non ha visto l’uomo attraversare la strada.

Inutili sono stati i tentativi del personale sanitario del 118, giunti sul luogo, per tentare di salvarlo.

Probabilmente, Totu era deceduto già nell’impatto con l’asfalto, colpendo quasi certamente anche con la testa.

I Carabinieri della Stazione di Collepasso, condotti dal Mar.llo Antonio Marciante, stanno svolgendo le doverose indagini, in attesa del sopralluogo e delle determinazioni del Magistrato di turno.

Ambulanza e Carabinieri sul luogo dell’incidente

Accorsi sul luogo i numerosi figli, figlie, nipoti, cognati e parenti che, al momento della drammatica decisione del personale sanitario di sospendere ogni ulteriore tentativo di rianimare l’anziano, rivelatosi inutile dopo oltre mezz’ora, sono scoppiati in pianti dirotti e grida disperate.

LEGGI ANCHE  “Lettera al mondo della scuola” del “nostro” Don Giuseppe, vescovo di San Severo: “Abbiamo bisogno di umanità vera”

Alla moglie e a tutti loro la solidarietà, la vicinanza e le condoglianze mie personali e dell’intera comunità per la tragica scomparsa dello stimato congiunto, “lu Totu te lu furnu”, persona affabile e grande lavoratore, che, nato a Tuglie e trasferitosi in giovane età a Collepasso, ha creato nel nostro paese il più apprezzato forno a legna e uno dei più apprezzati del comprensorio. Ogni martedì (e talora anche in altri giorni della settimana) ci vedevamo e scherzavamo sempre un po’… ora non ci vedremo più!

Ciao, caro Totu!

Pantaleo Gianfreda


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda