Nuovo volantino del gruppo di minoranza “Viva Collepasso popolare”

Nuovo volantino del gruppo di minoranza “Viva Collepasso popolare”

7 Maggio 2022 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

È ormai “guerra aperta” tra la “novizia” Laura, neosindaca al 7° mese, e il “veterano” Salvatore, già sindaco ed altro da un po’ troppi decenni!

Dopo quello della settimana scorsa, il gruppo consiliare di minoranza “Viva Collepasso Popolare”, composto dai consiglieri Salvatore Perrone e Rocco Sindaco, ha diffuso oggi un nuovo volantino, che parla di “cartelle esattoriali Ugento Li Foggi”, “querele” contro l’opposizione, “dipendenti scacciati dal Comune” e persino di “ritorno in serie A del Lecce” e “auguri a tutte le mamme di Collepasso e del mondo”!

Al di là del merito, c’era da aspettarselo dopo la minaccia della sindaca di “sporgere querela per diffamazione e calunnia a carico di tutti gli estensori del volantino” di domenica scorsa.

La minaccia avrà forse intimorito qualche “uccellino” ancora “pigolante” politica, ma non certamente un “uccellaccio” dalla dura pelle (politica), cui certe “sfide” rappresentano solo un “invito a nozze” e uno stimolo ad “alzare il tiro” e “bombardare” ancor più il Palazzo comunale.

Non so se la prima cittadina abbia realmente presentato querela o se il volantino presenti effettivi elementi di “diffamazione e calunnia”. Lasciamo che sia la Magistratura a deciderlo. Anche se, nella stragrande maggioranza dei casi e di fronte a quelle che appaiono, al di fuori dell’ambito municipale, solo “beghe politiche di paese”, gli Inquirenti tendono quasi sempre ad archiviare e non sovraccaricare gli uffici giudiziari, già troppo oberati di lavoro per le liti più impensabili.

LEGGI ANCHE  Impatto fra due auto, uno dei due conducenti (di Collepasso) muore in ospedale

Certo è – lo dico per esperienza – che il ricorso alla Procura è certamente il meno indicato e il meno efficace per fermare polemiche o dirimere questioni politiche ed amministrative e serve solo ad esacerbare ancor di più gli animi e “buttare benzina sul fuoco” dello scontro politico, che a Collepasso sta tornando a livelli preoccupanti, nonostante oggi ci sia una donna a guidare il Comune.

Secondo scienza, sociologia e antropologia della politica, la leadership delle donne è, almeno teoricamente, più incline al dialogo e meno allo scontro, rifugge i “venti di guerra”, privilegia la “pacifica convivenza” e tende a dirimere con “istinto di madre” le pur naturali beghe tra figli e conviventi. Non è, però, a quanto pare, il caso della sindaca Manta, che privilegia presentarsi come “Giovanna d’Arco” (la “santa bellicosa”, che, benché vittoriosa alla testa delle truppe francesi contro gli inglesi, poi finì sul rogo per eresia) più che come “Caterina da Siena” (la santa che dialogava in pace con tutti i potenti e i prepotenti dell’epoca e fu poi proclamata Patrona d’Italia insieme a Francesco d’Assisi, anch’egli uomo di pace).

Sarebbe, pertanto, opportuno, dall’una e dall’altra parte, “raffreddare” gli animi e riportare lo scontro e il confronto politici a livelli di civiltà e di correttezza che in questo paese appaiono sempre più necessari, seppur un po’ “chimerici”… nonostante una donna sindaco e tante altre donne nell’assise amministrativa.

LEGGI ANCHE  Mario Vecchio: “non ritengo opportuna la mia presenza” come moderatore alla presentazione del libro “Invasione di campo”

Speriamo bene!

Di seguito copia del volantino

Precedente volantino in discussione


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda