La “foto del giorno”: bagni pubblici “incivili” e € 2.800 per “intervento straordinario di pulizia”

La “foto del giorno”: bagni pubblici “incivili” e € 2.800 per “intervento straordinario di pulizia”

18 Gennaio 2022 Off Di Pantaleo Gianfreda

Un lettore invia ieri alcune foto (piuttosto ”conturbanti”) sullo stato dei bagni pubblici con due messaggi, che riporto integralmente:

Altro che covid, inciviltà dei cittadini e trascuratezza di alcuni.

Devo dire che mesi fa avevano sistemato le perdite e pulito a dovere, poi……..

Poche ore dopo ne invia un altro:

Haaaaaaa saputo x caso che la pulizia fatta x i bagni è costata 2.800€ alla ditta bianco come pulizia straordinaria pubblicato sito comune così mi hanno detto, un po’esagerata a mio avviso che ne pensi?

… penso proprio di sì (la notizia è vera)… la ditta Bianco, già detentrice di pingui entrate dal Comune, poteva anche andare “in bianco” per una volta, no?!?

Per la cronaca, la determina dirigenziale che viene richiamata e che affida alla Ditta Bianco “l’intervento straordinario di pulizia dei bagni pubblici” è del 31.12.2019.

Come mai stavolta i due amministratori “social(isti)” – la solerte e “marrana” assessora all’Ambiente, il capogruppo “ereditario”/“ereditato” & C., così solerti nell’esibirsi per i loro fans facebook in pitturazioni di cancelli cimiteriali – non si sono prestati “volontariamente” alla pulizia dei bagni pubblici (… forse la “merde” umana “olet” e quella canina no?!?) o, comunque, non hanno “rinegoziato” con la ditta l’esosa somma, riportandola a “più miti consigli”?!?

LEGGI ANCHE  Giuseppe Marzano presenta la sua “Via Crucis” in lingua italiana dedicata a Mons. Grazio Gianfreda

Chiedo per un amico e a nome dello stesso lettore che ha inviato le foto.

Post scriptum

Nessuno si adombri per la “rutilante” e un po’ scioccante “merda d’autore” (di inciviltà) che pubblico nel titolo… non fosse altro perché potrebbe apparire un’“opera d’arte” abbastanza eloquente dell’umana inciviltà… senza nulla togliere al grande artista Piero Manzoni, che il 21 maggio 1961 lanciò la nota opera “merda d’artista” (confezionò e vendette 90 barattoli da 30 grammi con i suoi personali escrementi).

Pochi giorni fa, poi, il presidente francese Macron, rivolgendosi ai no-vax, ha detto: “… les non-vaccinés, j’ai très envie de les emmerder”… sdoganando in tal modo nel linguaggio “istituzionale” una parola così “gettonata” nel linguaggio privato…

Senza poi dimenticare che Victor Hugo, nella sua immortale opera “I miserabili” (come sono i cittadini incivili che rendono così “da voltastomaco” i nostri bagni pubblici), attribuisce questo pensiero al generale Cambronne nel momento in cui lanciò il suo immortale “Merde!” sotto il fuoco britannico a Waterloo.