Giornata internazionale della Famiglia: “MaBasta al Bullismo” (16 maggio, ore 18, Auditorium Scuola Primaria)

Giornata internazionale della Famiglia: “MaBasta al Bullismo” (16 maggio, ore 18, Auditorium Scuola Primaria)

15 Maggio 2022 Off Di Pantaleo Gianfreda

E. Vantaggiato

Secondo incontro promosso dall’Amministrazione comunale su iniziativa dell’Assessora alla Cultura e Politiche sociali Eliana Vantaggiato, dall’Istituto Comprensivo Statale Collepasso-Tuglie guidato dalla Dirigente scolastica Francesca Conte e dalla Casa editrice “Vesepia” per sensibilizzare ragazzi/e e famiglie sul grave fenomeno del bullismo, presente nella società e nelle stesse scuole.

F. Conte

Dopo la precedente del 2 maggio, tenutasi presso l’Aula Magna della Scuola Secondaria e riservata ai ragazzi e ragazze della classe seconda, la nuova iniziativa, che è pubblica e si svolge in concomitanza con la Giornata internazionale della Famiglia, si terrà lunedì 16 maggio, alle ore 18.00, presso l’Auditorium della Scuola Primaria.

Dopo i saluti della sindaca Manta, dell’assessora Vantaggiato e della Dirigente Conte, alunni, genitori e cittadini ascolteranno e interloquiranno con due significativi personaggi salentini della lotta al bullismo.

Si tratta del giovane studente Mirko Cazzato, leader del Movimento “MaBasta” (Movimento AntiBullismo Animato da STudenti Adolescenti) nato su iniziativa di un gruppo di studenti leccesi e trasformatosi poi in Associazione Onlus, e di Giacomo Sances, già presente nell’incontro del 2 maggio, autore del libro “La teoria della giostra. Storia di un bullo salvato dalla musica”, romanzo sinfonico edito da “Vesepia” che intende far riflettere l’adolescente sulla tematica del bullismo.

Mirko Cazzato e Giacomo Sances

Nel corso della serata gli alunni e le alunne delle classi quarta e quinta della Primaria presenteranno canti, letture e riflessioni preparati insieme alle loro maestre.

LEGGI ANCHE  Costituita a Collepasso l’associazione “Amici a quattro zampe”. Aperto il tesseramento

Famiglia, Scuola, Amministrazione, tre istituzioni a confronto sul tema dell’adolescenza e dei suoi bisogni”, scrive l’Amministrazione in una nota riportata sulla pagina facebook del Comune, in cui invita i cittadini a partecipare. “Un’occasione – prosegue la nota – per analizzare  insieme i comportamenti dei “Bulli” che creano il fenomeno sociale del “bullismo”, termini  che dilagano pur non avendo fondamento né antropologico né scientifico noto, ma che ci insegnano che più frustrazioni creano un debito di violenza nei nostri figli, che per questo vanno seguiti con la debita attenzione. Compiamo insieme questo primo passo verso i bisogni reali della famiglia”.