Scudetto all’Inter?!? Grazie al Mar. Zezza e a don Antonio Tondi (e anche al salentino Conte)!

Scudetto all’Inter?!? Grazie al Mar. Zezza e a don Antonio Tondi (e anche al salentino Conte)!

3 Maggio 2021 2 Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

…ma il salentino Conte sa chi deve ringraziare per lo scudetto conquistato ieri dalla sua Inter dopo 10 anni di “magra” nerazzurra?!?

Glielo diciamo subito noi… deve ringraziare il baldo e “super sano” mar.llo Tersigio Zezza, detto “Nero” nelle sue azzurre missioni kossovare, e il giovane e aitante don Antonio Tondi, detto “Azzurro” per i contatti con il “Cielo”, “ambasciatore” neroazzurro presso la “Potenza” indiscussa che sta “Lassù” e che da lassù “tutto vede e provvede”… ambedue, guarda caso, ritrovatisi “per caso” (ma da Lassù niente è un “caso”) a Collepasso per “dare il passo” giusto all’Inter!

Zhang Kangyang, presidente cinese dell’Inter dal nome impronunciabile (tanto da averlo dovuto “adattare” al mondo occidentale in Steven Zhang), non potrebbe mai e poi mai immaginarlo… ma il salentino Conte, leccese purosangue, sportivamente odioso-amato dai leccesi per motivi noti, almeno lui dovrebbe saperlo e non montarsi troppo la testa… certo, ci ha messo anche “del suo”… ma il merito è solo ed esclusivamente di “Potenze” troppo potenti e dei suoi “ambasciatori”… quelle “azzurre” del Cielo… quelle “nere” dell’“Ordine”!

D’altronde, diciamoci la verità, quando “scendono in campo” Chiesa e Arma “uniti nella lotta” (e nel tifo)… “nnu’ c’è pane pe’ ciuveddhri”!

E fu così che, quando alla fine dello scorso anno i due, interisti “sin nel midollo”, giunsero quasi in contemporanea a Collepasso da “lidi diversi” in modo “parallelo e convergente” e per comando e “opera e virtù dello Spirito Santo”… così decretarono, dopo aver avuto udienza e “grazia” dalla “Grazia”: “Quest’anno l’Inter vincerà lo scudetto!”.

A nulla valsero i tanti “fracassi” bianconeri che si elevarono per contrastare da Collepasso (e persino dalle segrete sagrestie) il “passo” giusto… l’Inter doveva vincere… così era stato deciso e così è stato!

Quando, verso l’assolato pomeriggio di ieri, i collepassesi hanno udito lo scampanio gioioso delle campane della Chiesa “Cristo Re”, hanno subito capito… l’ambasciatore neroazzurro presso la “Potenza” massima annunciava “urbi et orbi” la “missione compiuta”… l’Inter aveva vinto lo scudetto!

I due “ambasciatori”, che varie volte hanno insieme “controllato” in Tv l’operato di Conte e assistito alle partite dell’Inter (senza mai trascendere o dire “parolacce”, come si usa quando si assiste alle partite di calcio… altrimenti la “Potenza” avrebbe interdetto la vittoria), oggi sono contenti e soddisfatti della “missione compiuta”!

… e al povero Fra’ Casso, “nato” nel versante collinare dei “ventri ianchi” e “donato” all’altro versante collinare dei “saracini”, non rimase altro che “fare buon viso a cattiva sorte”, consolarsi degli allori passati e “sperare nella Provvidenza”… chi lo sa?!?… magari offrendo o sacrificando anche agnelli (e Agnelli)!

Si scherza un po’ su queste cose anche per sorridere, risollevarci il morale e dimenticare per un momento questa maledetta pandemia… d’altro canto, campane che suonano a festa per la vittoria di una squadra di calcio non è di tutti i giorni… ma anche questo è segno di “tempi nuovi”, di voglia di socialità, di speranza!

Comunque, da juventino (molto tiepido), auguri agli interisti e congratulazioni ai due “ambasciatori”!

Sarà vero, come dicono i tifosi interisti, che dovevano venire due “potenti” interisti a Collepasso per far vincere lo scudetto all’Inter?!? … sarà!

Con un’avvertenza a tutti, però… “attenti a quei due”!!!

Pantaleo Gianfreda


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •