Bando SAC Castello: i due consiglieri del gruppo “Unione per Collepasso” chiedono la revoca

20 Gennaio 2015 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

stemmaComuneI due consiglieri di opposizione del gruppo “Unione per Collepasso”, in merito al contestato bando per “l’affidamento del servizio relativo all’allestimento attività laboratoriali e gestione del centro per le produzioni digitali del SAC (Digital Storytelling) – Castello di Collepasso” ha protocollato una richiesta di revoca dello stesso bando, inviata al Sindaco e al Segretario comunale, in qualità di Responsabile della Trasparenza del Comune, e, per conoscenza, al Sindaco di Sannicola, Comune capofila, e al Prefetto.
Di seguito il testo integrale della lettera:

GRUPPO CONSILIARE
“UNIONE PER COLLEPASSO”
COMUNE DI COLLEPASSO
Collepasso, 19 gennaio 2015

Sig. Sindaco
Sig. Segretario comunale
in qualità di Responsabile Trasparenza
– Collepasso
p.c. Sig. Sindaco di Sannicola Comune capofila
Sig. Prefetto – Lecce

Oggetto: “Bando di gara mediante procedura aperta per l’affidamento del servizio relativo all’allestimento attività laboratoriali e gestione del centro per le produzioni digitali del SAC (Digital Storytelling) – Castello di Collepasso: € 100.700,00 IVA esclusa)” pubblicato sul sito istituzionale l’8.1.2015 con scadenza 26.1.2015 – richiesta annullamento atti e ripubblicazione bando.

I sottoscritti consiglieri comunali Gianfreda Pantaleo e Perrone Vito, premesso che:
la Regione Puglia, nell’ambito del Piano Operativo FESR 2007-2013, ha promosso nel 2010 i S.A.C. (Sistemi Ambientali e Culturali) quale strumento di valorizzazione dei beni culturali ed ambientali territoriali in maniera sinergica e integrata;
14 Comuni dell’area jonica, con capofila Sannicola, hanno costituito il SAC “Salento di Mare e di Pietre”, finanziato dalla Regione Puglia per 2 milioni di euro (€ 692.624,78 nel 2012 + € 1.307.375,22 nel 2013), che hanno individuato 23 siti di intervento per l’avvio e lo svolgimento delle attività previste dall’intervento progettuale e pubblicato nei giorni scorsi i relativi bandi;
per quanto attiene il Comune di Collepasso, in data 8 gennaio 2015 è stato pubblicato sul sito istituzionale il “Bando di gara mediante procedura aperta per l’affidamento del servizio relativo all’allestimento attività laboratoriali e gestione del centro per le produzioni digitali del SAC (Digital Storytelling) – Castello di Collepasso: € 100.700,00 IVA esclusa)”, che ha fissato come “termine ultimo per il ricevimento delle offerte: giorno 26 gennaio 2015, ore 12:00”;
lo stesso bando è stato pubblicato, in data 29 dicembre 2014, sul sito istituzionale del Comune di Sannicola e, per estratto, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 5a Serie Speciale – Contratti Pubblici n. 148;
ha fatto e fa, però, scalpore il termine irrisorio previsto tra la pubblicazione del bando sul sito internet del Comune di Collepasso e la presentazione delle offerte, che crea fondati sospetti di scarsa trasparenza e di legittimità, considerato che le modalità di pubblicazione non sembrano regolari e si prestano a possibili impugnazioni, con grave pregiudizio dell’intero progetto;
tutto ciò premesso, i sottoscritti consiglieri comunali chiedono, a tutela del dovere di trasparenza e di legittimità degli atti della P.A. e del diritto a partecipare di tutti i soggetti potenzialmente interessati, di revocare il bando di gara e la sua nuova pubblicazione, adeguando la pubblicazione alle norme di legge.
I sottoscritti, data l’importanza dell’oggetto, chiedono un intervento immediato delle SS.VV., oltre che una risposta a breve alla presente, che vale, comunque, come diffida.
Distinti saluti.

LEGGI ANCHE  La Regione abolisce l’addizionale Irpef

I Consiglieri comunali
Dott. Pantaleo Gianfreda
Dott. Vito Perrone


Spread the love