Gran fondo campagnolo di Roma. Ciclistica collepassese: “presente!”

16 Ottobre 2014 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

I sei amici “ciclogladiatori” salentini

I sei amici “ciclogladiatori” salentini

Come accaduto per numerose altre manifestazioni internazionali, fin dagli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso, anche la Gran Fondo di Roma, edizione 2014, ha registrato la presenza di tre atleti della nostra quarantennale Società Ciclistica.
I collepassesi Gianni De Luca (classe 1966), Gianni Cenere (1967) e Fabrizio Marra (classe 1973), insieme ai compagni di allenamento Vincenzo Verardi di Racale, Giuseppe Romano di Taviano e Pasquale Guastamacchia di Roma, ma con legami salentini, han preso parte, fra i tremilaottocento agonisti (milleduecento erano i cicloturisti del percorso breve di 65 km), all’ambitissima Gran Fondo Campagnolo della Capitale, lungo un percorso eccezionale sia sotto l’aspetto storico-monumentale che paesaggistico.

Il Colosseo assediato dalle due ruote

Il Colosseo assediato dalle due ruote

E’ una vera e propria occasione unica correre in un serpentone festoso e colorato fra Colosseo, Fori Imperiali, Altare della Patria, Piazza Venezia, via Appia, Mura Aureliane e poi lago di Albano e Colli Romani: fatica ampiamente ripagata dal paesaggio impareggiabile.
Al termine dei centoventotto chilometri agonistici (totale dislivello 2000m), con le Màcere (max 7%), Rocca di Papa (max 15%), Rocca Priora (max 13%) e Tuscolo (max 8,2%) da scalare, hanno tagliato il traguardo, nell’ordine, Fabrizio Marra (742^) in 4h 17’54”, Gianni Cenere (1153^) in 4h40’18” e Gianni De Luca (1246^) in 4h44’42”.
Purtroppo, per motivi tecnico-logistici, quest’anno non si è potuto realizzare l’arrivo abbracciati, come consueto.
“E’ stata una corsa resa ancora più dura dal caldo umido che ci ha attanagliato, oltre alle strade dal fondo parecchio dissestato e con lunghi tratti dal caratteristico ma micidiale “sampietrino” – riferisce Fabrizio Marra, vicepresidente della Ciclistica Collepassese – ma va ammirata la grande organizzazione, tesa alla sicurezza su un percorso di non facile gestione”.
Infine, volete sapere chi è arrivato ben quarto, a soli quattro minuti dal vincitore? Ebbene sì, proprio quel Gaetano Colletta, che ha vinto per distacco, a Collepasso il 31 agosto scorso, il Trofeo Vittorio Fersini.

LEGGI ANCHE  “Tradizioni ed usanze popolari in Collepasso”, 8° Albo natalizio di Giuseppe Marzano

Giuseppe Lagna


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda