“Campa cavallo” che il “campo cavalla” (e si “avvalla”)… I “lavori fantasma” del campo sportivo

30 Luglio 2012 Off Di Pantaleo Gianfreda

Il 22 giugno scorso presentai un’interrogazione al sindaco sulla situazione del campo sportivo.

L’interrogazione si era resa necessaria a causa di un’ulteriore diffida da parte del Comitato Regionale FIGC-LND a seguito della totale inerzia dell’Amministrazione comunale nell’adempiere a due piccole prescrizioni ai fini dell’omologazione del campo per lo svolgimento delle gare ufficiali di campionato.

Nel sopralluogo effettuato il 9 maggio sul campo di Collepasso, la FIGC regionale aveva, infatti, riscontrato alcune “non conformità alle norme federali” e invitato il sindaco “a porre in essere i necessari interventi atti a garantire le ordinarie condizioni di funzionalità del complesso sportivo per il rilascio dell’omologazione del campo entro e non oltre trenta giorni”.

Si trattava di difformità di piccola entità, sanabili con una spesa irrisoria di qualche centinaia di euro: la FIGC aveva, infatti, prescritto la protezione con grata di ferro del locale infermeria che si affaccia su via Foscolo e la sistemazione della recinzione interna dietro la porta sul lato nord.

Da quel sopralluogo sono passati inutilmente quasi tre mesi.

La FIGC regionale ha ufficializzato il 23 maggio scorso le risultanze del sopralluogo, già note a Menozzi & C., e diffidato l’Amministrazione il 14 giugno.

Nella risposta alla mia interrogazione, avvenuta nel Consiglio dell’11 luglio u.s., Menozzi, tra l’altro,  scriveva: “Con nota 4078 del 9.7.2012, ho trasmesso la risposta alla Lega di Bari, con la quale ho assicurato l’impegno dell’Amministrazione comunale non solo a sanare le difformità riscontrate nel sopralluogo del maggio c.a., ma ho anche informato della predisposizione di un progetto, tendente a rendere il campo maggiormente sicuro, idoneo e fruibile da parte di tutti gli utenti. Con la stessa nota è stato assunto il preciso impegno ad ultimare i lavori entro il mese di Settembre 2012, come da relazione allegata a firme del dirigente dell’Ufficio Tecnico”.

LEGGI ANCHE  Collepasso e Betanzos uniti in un Patto di Fratellanza

Campa cavallo!!!! Da quella risposta è passato inutilmente un altro mese, ma di lavori non si vede l’ombra.

Nel frattempo, un criptico e cryptonico “personaggio in cerca d’autore” di questa Amministrazione, il “superefficiente” e “superineguagliabile” (in tutto) delegato alle (Dis)Attività sportive, scrive e ‘bbandiscia “a destra e manca” di imminenti “interventi sostanziali” sul campo sportivo…

Naturalmente, dopo il ‘bbandisciamento felliniota, tutto è ugualmente fermo! Nemmeno l’ombra di lavori!!!

Dico nemmeno “l’ombra” perché a scorrere gli atti amministrativi e l’albo pretorio on line, ad oggi non c’è neppure un progetto, un’idea, un indirizzo politico-amministrativo, un atto purchessia che siano stati approvati dalla Giunta e che riguardino lavori di sistemazione del Campo sportivo…

Il bello è che il giorno successivo alla presentazione della mia interrogazione, il 23 giugno, Menozzi inviò una lettera a tutti i presidenti delle società calcistiche collepassesi pregandoli di liberare subito le stanze del campo sportivo utilizzate quali magazzino, in quanto era imminente l’inizio dei lavori, ivi compreso l’adempimento delle prescrizioni della FIGC regionale.

Naturalmente, i lavori non sono mai iniziati e ad oggi (come all’atto di quella lettera “di sgombero”) manca persino un progetto di sistemazione del campo!

Incredibile!!!! Roba da non crederci!!!!

A’ ‘cci mani simu ‘ccappati….

Ma come si fa a prendere così clamorosamente in giro sportivi, cittadini e persino se stessi?!?

LEGGI ANCHE  “Forza Italia” o “Farsa Italia”?!? Le polemiche “tangenziali” di Cacciapaglia, Menozzi, R. Sindaco e le contorsioni di Gabellone

Vorrei sommessamente far presente a questi “amministratori” (compreso il SuperFellimentare delegato alle attività sportive) che a breve, tra circa un mese e mezzo, incominciano ufficialmente i campionati di calcio; che tra 15-20 giorni le squadre hanno bisogno di iniziare le preparazione e gli allenamenti; che servono profondi interventi manutentivi del campo di gioco in erba sintetica, pena il suo totale prossimo disfacimento; che gli interventi prescritti dalla FIGC regionale necessitano semplicemente di un piccolo impegno spesa (facciano subito almeno questi)…

Se lavori devono essere fatti, cosa aspettano a farli?!?

Facciano meno “chiacchiere e tabacchiere” e si mettano seriamente all’opera!