A grandi passi verso il Palazzetto dello Sport

3 Luglio 2009 Off Di Pantaleo Gianfreda

Il Consiglio comunale del 1° luglio ha approvato il progetto preliminare del Palazzetto dello Sport in variante al Programma di Fabbricazione per un importo di € 950.000,00 e ha integrato il programma triennale delle Opere Pubbliche 2009/2011. Il Palazzetto sarà costruito in contrada S. Sumà, all’ingresso del paese. Hanno votato a favore i consiglieri di maggioranza e un consigliere di minoranza. Gli altri consiglieri di opposizione, nonostante i tanti sofismi e pretesti interdittivi dei loro interventi, sono stati costretti ad astenersi.

A grandi passi verso il Palazzetto dello Sport: il primo e più importante passo è stato, intanto, “bagnato” dal cielo… e, quindi, speriamo, è stato un passo “fortunato”. Nonostante tutto…

Il Consiglio comunale di lunedì 1° luglio, infatti, convocato all’aperto, in Largo Municipio, per approvare il progetto preliminare del Palazzetto in variante al Programma di Fabbricazione, si è dovuto precipitosamente trasferire e continuare la seduta nell’attiguo atrio del Palazzo comunale, a causa di un’improvvisa pioggia venuta giù all’atto dell’insediamento dell’assise cittadina.

Progetto “bagnato”, progetto “fortunato”?!? Speriamo proprio di sì! Nonostante i cavillosi “menagrami” e qualche “sofistico corvo” che aleggiavano nella discussione consiliare, con il non recondito scopo di rinviare la discussione e trovare incredibili e cervellotici pretesti per “mettere il bastone tra le ruote” all’attesissimo progetto.

LEGGI ANCHE  Assistenza domiciliare per anziani e disabili

Un progetto localizzato, tra l’altro, in contrada "San Sumà", in un’area di circa 24.000 mq all’ingresso del paese, acquisita dall’Amministrazione ad un prezzo assai conveniente. Un’ampia area, su cui già insiste una vecchia, seppur piccola e diruta, masseria, che potrà essere recuperata e destinata ad attività culturali, sociali o ricreative, e sulla quale potranno, oltre al costruendo Palazzetto dello Sport, essere progettati e realizzati, in un futuro anche non lontano, altri interventi di carattere sportivo, ricreativo, culturale o sociale al servizio dell’intera comunità collepassese. Ma di tutto ciò, nessuno – a parte, scusate l’autocitazione, nel mio intervento – ha voluto parlare.

Qualcuno preferisce solo creare confusione, “rimestare nel torbido”, seminare zizzania, ma mai guardare all’interesse generale. Qualche “corvo”, per la verità, ha continuato e continua ad aleggiare e “rimestare nel torbido” anche dopo il Consiglio, creando confusione ed allarmi miserevoli e ingiustificati. Intelligenti pauca ("a persona intelligente poche parole"), dicevano i latini! Ma alcuni “visitatori della notte”… sono persone intelligenti?!? O corvi disperati e affamati di potere?!? Oppure solo semplici “picalloe” gracchianti?!?

Chi ha assistito al Consiglio comunale avrà potuto “sentire” direttamente il poco edificante contributo offerto dai consiglieri di opposizione intervenuti.

Proprio strani questi consiglieri! Non riescono a dare un contributo positivo e collaborativo nemmeno quando si tratta di un’importantissima opera attesa da anni e resa ancor più impellente dalla promozione in serie D delle nostre splendide ragazze di pallavolo della Luna Blu… Chissà, lassù in cielo, la luna cosa avrà pensato…

LEGGI ANCHE  Presentata la 2ª edizione de “Il Tempio delle Fole” dedicata ad Euripide (Collepasso, Palazzo Baronale, 25 aprile-19 maggio)

Alla fine della discussione, forse vergognatisi delle loro parole, considerata la presenza di numerosi cittadini, i consiglieri di opposizione non hanno avuto il coraggio di esprimere voto contrario e hanno voluto astenersi, salvo il cons. Luigi Felline, che ha espresso, insieme alla maggioranza, voto favorevole! A qualcuno, per fortuna, è rimasto ancora “un po’ di sale in zucca”!

Il progetto, approvato in variante all’attuale Programma di Fabbricazione, prevede un intervento per complessivi € 950.000,00, da realizzare in due annualità: il primo stralcio, nel corrente anno, per l’importo di € 750.000,00 (finanziato per € 600.000,00 con mutuo da contrarre con la Cassa Depositi e Prestiti o con altro Istituto di credito, compreso il Credito sportivo, e per la parte rimanente con il contributo concesso dalla Provincia di Lecce) e il secondo stralcio, nel 2010, per l’importo di € 200.000,00 con contrazione di ulteriore mutuo. Nel secondo punto all’ordine del giorno, il Consiglio, a maggioranza, ha proceduto, pertanto, ad integrare e riapprovare, come per legge, il Programma triennale delle Opere Pubbliche.

Naturalmente, prima di “dare inizio ai lavori”, ci sarà da perseguire e completare un impegnativo iter amministrativo. Intanto, però, i “motori sono stati accesi” e la lunga “carovana” di sportivi, giovani,  amministratori e cittadini di buona volontà si è avviata verso l’obiettivo finale atteso: la costruzione del nuovo Palazzetto dello Sport a Collepasso.

LEGGI ANCHE  “Unione per Collepasso” chiede le dimissioni di Rocco Sindaco da assessore e vicesindaco