Il Piano Regolatore è morto!

1 Giugno 2008 Off Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

…… ma fanno finta che sia ancora vivo… ', 'I cittadini, che hanno assistito all''incredibile Consiglio Comunale del 24 settembre sul PRG, forse non si sono accorti che i consiglieri hanno discusso tante ore di …\r\n nulla … , poiché, già da qualche giorno, il Piano Regolatore Generale … è\r\nmorto
\r\nInfatti, dall’8 settembre è entrata in vigore la nuova legge regionale 27.7.2001, n. 20\r\n(“Norme generali di governo e uso del territorio”), che cancella la vecchia normativa\r\n (compreso il Piano Regolatore Generale) e ne introduce una nuova, alla quale occorre attenersi nella formazione degli strumenti urbanistici. Il nuovo piano si chiamerà \r\nP.U.G. (Piano urbanistico generale) e dovrà seguire un nuovo\r\n iter di approvazione (previsto dell’art. 11, anche se occorre attendere\r\n… chissà quanto! … che la Regione e le Province compiano gli ulteriori adempimenti\r\ndi loro competenza previsti dalla legge).
\r\nIn parole povere, bisogna ricominciare tutto daccapo
\r\nIl Sindaco e gli amministratori, invece, continuano a prendere in giro la gente ed evitano di dire la verità .\r\n Per loro esclusiva responsabilità , il PRG non è stato approvato prima della nuova legge (il testo era noto da mesi!) e nei tempi indicati dalla convenzione con i tecnici incaricati, che prevedeva la consegna del Piano regolatore già \r\n da oltre un anno! Perché l’Amministrazione, così come è previsto dalla convenzione,\r\n non revoca gli incarichi ai tecnici e non applica a costoro la penale\r\nprevista? Perché continua ad operare nell’illegalità e nell’illegittimità ? Il guaio è che, oltre ad un Sindaco “radioattivo” (autonominatosi anche “assessore” all’Urbanistica e ai LL.PP.) e ad una maggioranza “radiopassiva”, vi è un’opposizione (muta per tanti anni…) compromessa da un evidente “conflitto di interessi”!
\r\nPovera Collepasso! Di quale orrenda colpa si è mai macchiata per meritarsi come punizione simili amministratori? Costoro, invece di dire la verità ed operare con serietà , continuano a mistificare la realtà e a fare demagogia, al solo scopo di accaparrarsi i voti di tanti cittadini “ignoranti” (nel senso letterale di “coloro che ignorano”), i quali, a differenza degli amministratori, non sono obbligati a conoscere le norme.
\r\nRimane un dubbio: i nostri amministratori hanno mai letto la nuova legge?!?!\r\n Se così non fosse, dobbiamo prendere atto di essere amministrati da\r\n veri ignorantoni (e questa volta non solo in senso letterale, ma nel senso corrente del termine!). E speriamo che la loro sia solo ignoranza, seppur colpevole! Perché\r\n sarebbe vergognoso se costoro, pur conoscendo la legge, continuassero, in malafede, a parlare di P.R.G., cioè di un “feto” amministrativo generato 20 anni fa, ma abortito e morto nei giorni scorsi!Â
\r\n“Dovere ontologico” [non “odontologico” (!?!?!), cons. Leo!!!] di tutti i consiglieri sarebbe, a questo punto,\r\nquello di ritirarsi nelle loro case, prendere in mano qualche testo amministrativo (o almeno qualche rivista o giornale) e incominciare a studiare … forse fra qualche anno potrebbero riprendere a fare con più competenza e serietà gli amministratori!

 

\r\n

Nel frattempo, e prima che il confronto continui su canali sbagliati,\r\nsarebbe opportuno ricominciare a discutere e a confrontarsi con impegno e\r\nserietà su temi importanti della nostra cittadina. Il nuovo Piano urbanistico,\r\ncioè la "nuova carta" del territorio comunale per i prossimi 15-20\r\nanni, serve solo per "sistemare" i suoli di qualche "noto"\r\npersonaggio o può diventare, soprattutto, l''occasione per una discussione e un\r\nconfronto tra cittadini, partiti, associazioni e Amministrazione su temi più\r\nseri, per rispondere alle domande circa il futuro che vogliamo costruire per la\r\nnostra cittadina? Ad esempio: quale sviluppo? quali servizi? quale rapporto con\r\ni Comuni vicini? quale città per i bambini, i giovani, gli anziani? come\r\nelevare (o meglio, come creare) la qualità della vita di questo paese? e con\r\nquali strumenti? A queste e ad altre domande dovrebbe in primo luogo rispondere\r\nun nuovo e serio piano urbanistico generale!', 'Pantaleo Gianfreda'


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •