Scompare Cosimo Romano, valente imprenditore di Matino fondatore della “Romano Jeans” e della “Meltin Pot”

Scompare Cosimo Romano, valente imprenditore di Matino fondatore della “Romano Jeans” e della “Meltin Pot”

28 Marzo 2024 0 Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

Cosimo Romano

È scomparso a Matino, all’età di 85 anni, Cosimo Romano, uno dei più valenti imprenditori salentini.

Chiuse le sue aziende e da tempo malato, Cosimo, persona di umili origini e dotato di grande iniziativa ed inventiva, aveva fondato un vero e proprio impero nel settore del manifatturiero, nello specifico della jeanseria, diventando uno dei più importanti imprenditori nazionali ed internazionali.

Per decenni la sua azienda, la “Romano Jeans”, ubicata nella zona industriale di Matino, aveva dato lavoro a migliaia di lavoratori e famiglie, grazie anche all’indotto che ruotava attorno ad essa.

Con il marchio “Meltin Pot” aveva conquistato i mercati internazionali ed aveva aperto centri commerciali in Europa, America e persino in Russia. Fu uno dei primi precursori negli anni ’90 della conquista del nuovo mercato della Russia, con la collaborazione e l’ausilio dell’ing. Pantaleone “Lelé” Pagliula, con il quale poi, tre anni fa, aveva scritto un libro “Il profumo del successo. Il made in Salento alla conquista di Mosca”, in cui rievocava l’importante esperienza.

La presentazione editoriale di quel libro descrive pienamente la personalità di Cosimo Romano: “La capacità di guardare lontano e immaginare un futuro quando ancora nessuno lo vede. Il coraggio di inseguire un sogno, la tenacia di perseverare e l’attaccamento alle proprie radici: fra gli anni Ottanta e Novanta, quando molti emigravano alla ricerca di migliori opportunità in altre zone d’Italia o all’estero, Cosimo Romano ha saputo creare un impero nel Salento, facendo di Matino la patria nostrana del jeans. L’incontro fra Romano e Pagliula, allora presidente della Federazione delle cooperative di Lecce, sarà l’inizio di una grande amicizia e di un’avventura imprenditoriale senza precedenti, che porterà l’azienda tessile di Matino alla conquista del mercato russo. Un’impresa che ha fatto la storia, qui raccontata dalle voci dei due protagonisti, Cosimo e Lele, in uno scambio di lettere che raccoglie aneddoti e ricordi, tracciando un ritratto inedito della Russia dell’epoca”.

LEGGI ANCHE  Domenica 10 febbraio, ore 20.00, Auditorium Scuola Primaria, Teatro con “Arlecchino il servitore di due padroni”

Ho frequentato per anni Cosimo Romano, maestro di vita oltre che imprenditore, di cui avevo grande stima e considerazione. Con lui spesso discutevo della situazione economica del nostro territorio e le sue iniziative ed intuizioni non si limitavano solo all’industria e al manifatturiero. A lui, che da giovane aveva fatto il contadino, interessava anche lo sviluppo del settore primario, l’agricoltura, ed aveva idee geniali che tentò anche di mettere in pratica senza, però, riuscire a realizzare, nonostante alcuni lodevoli tentativi, a causa del frammentato tessuto agrario del Salento. Ricordo, ad esempio, il racconto dei suoi viaggi in Mississippi per conoscere da vicino la produzione del cotone nel tentativo (non riuscito) di localizzarla nel Salento per incrementare la coltivazione di materie prime locali, utili anche per la sua azienda. Nei pressi della nostra località “Manimuzzi” aveva costruito un’ampia area per il “dopolavoro” e lo svago dei suoi dipendenti, ma anche una piccola azienda dotata di un macchinario per estrarre dalle piante medicinali nostrane profumi e simili.

Mi rimane sempre impresso un particolare del grande e moderno stabilimento della “Romano Jeans” di Matino. Cosimo era stato forse il primo imprenditore salentino, forse uno dei primi in Italia, a dotare la sua azienda di un asilo nido molto bello e caratteristico per i bambini e le bambine delle sue operaie.

LEGGI ANCHE  Grazio Pellegrino, “Poeta della penna verde”, al “Green World Poetry Slam” (Spazio Alda Merini”, Milano)

Fu anche per questo che, in occasione, nel novembre 2008, della venuta a Collepasso della delegazione spagnola del Comune di Betanzos, guidata dalla sindaca-alcade Maria Faraldo, portai gli spagnoli a visitare quella bella azienda e quel bellissimo asilo nido.

La visita nel novembre 2008 della delegazione spagnola, ospite del Comune di Collepasso, all’azienda “Romano Jeans” (Cosimo Romano è tra me, all’epoca vicesindaco, e la sindaca di Betanzos Maria Faraldo

Per ulteriori notizie, cliccare su Quotidiano.

Cosimo Romano è stato un grande imprenditore e un grande uomo, che ha dato lustro alla nostra terra, in particolare al Basso Salento.

Ciao, Cosimo… sei stato un grande!

Pantaleo Gianfreda


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda