“Settembre, andiamo…”: a Collepasso è tempo “delle Grazie” e di Festa Patronale

“Settembre, andiamo…”: a Collepasso è tempo “delle Grazie” e di Festa Patronale

31 Agosto 2022 0 Di Pantaleo Gianfreda

Settembre, andiamo…”… è tempo di festa a Collepasso!

… e poi… “C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d’antico”…

Mi vengono in mente questi due versi (uno del D’Annunzio, l’altro del Pascoli) nell’iniziare a scrivere questo articolo sull’imminente Festa Patronale della Madonna delle Grazie, che si terrà il 7-8-9 settembre, la prima dopo i due “anni bui” di chiusure e prescrizioni antipandemiche.

L’appuntamento religioso e civile con la Festa Patronale è da sempre uno dei più importanti e significativi per la nostra comunità… e a “Settembre, andiamo” tutti – devoti, speranzosi e supplici – a venerare la Madonna delle Grazie, Protettrice di Collepasso, “Mater misericordiae… vita, dulcedo et spes nostra… in hac lacrimarum valle” (“Madre di misericordia… vita, dolcezza e speranza nostra… in questa valle di lacrime”).

Immagini di una precedente edizione della Festa patronale

Una tradizione che si rinnova dalla metà dell’’800, presumibilmente dal 1851, quando, come scrive il prof. Salvatore Marra, “la Madonna fu proclamata ufficialmente Patrona di Collepasso sotto il titolo di Madonna delle Grazie, la cui festa venne fissata il giorno 8 settembre, solennità liturgica della Natività della Beata Vergine Maria. Da allora, i Collepassesi hanno ininterrottamente manifestato il loro amore per la Vergine, tramandandolo di generazione in generazione”.

Nemmeno i due più tragici anni di pandemia (2020 e 2021) hanno fermato la Festa, seppur organizzata in “sottotono” e nel rispetto di tutte le prescrizioni anti-covid dal Comitato presieduto da Vincenzo Longo, che, dopo aver concluso il suo quinquennio, ha passato la mano ad un nuovo Comitato. A Vincenzo vanno la gratitudine e i ringraziamenti della comunità per il suo indiscusso impegno e quello dei suoi collaboratori.

LEGGI ANCHE  “Lettera al figlio”, la struggente poesia del prof. Leo a Vittorio: “Raccontami il dolore che ha fatto crescere in te questa speranza di vita oscurata…”

Quest’anno, infatti, “c’è qualcosa di nuovo… anzi d’antico” nella Festa… una miscela di “novum” e “notum” cui, secondo la tradizione dell’“antica Roma” imperiale metabolizzata nei secoli dall’“eterna Roma” (la Chiesa), il buon parroco don Antonio Russo si è affidato per festeggiare la Patrona del paese, con l’obiettivo di contemperare le esigenze “civili” dell’intera comunità con quelle religiose, per lui prioritarie.

Mi racconta Vitantonio Costa, nuovo Presidente del Comitato della Festa, come il parroco gli avesse chiesto quasi d’emblée, a fine aprile, dopo i funerali del compianto e indimenticato mesciu Pippi Mazzeo, di organizzare la Festa Patronale.

Vitantonio è “figlio d’arte”. Il defunto padre Benito, impiegato comunale, è stato per un decennio (1993-2003) presidente del Comitato della Festa Patronale e da sempre al suo interno ai tempi in cui la Festa era di fatto organizzata dall’Amministrazione comunale. Lo stesso Vitantonio, quando nel dicembre 2003 scomparve prematuramente il padre, fu chiamato a prenderne il posto per il successivo quinquennio. Subentrarono poi Pippi Torsello per quasi due quinquenni (2008/2016) e Vincenzo Longo per l’ultimo.

Ora “la palla torna” a Vitantonio Costa, che nella sua modestia parla, quasi a scusarsi,  di “festa limitata per i tempi stretti”.

Il neopresidente Vitantonio Costa presso la sede del Comitato Festa con alcuni collaboratori

L’organizzazione della Festa Patronale ha avuto, infatti, avvio solo tre mesi fa, dopo la costituzione ufficiale, presso i locali della Chiesa Madre (16 giugno 2022), dell’Associazione di Promozione Sociale (Aps) “Comitato Festa Patronale ‘Madonna delle Grazie’ di Collepasso”, di cui è presidente don Antonio Russo e vicepresidente Vitantonio Costa. La costituzione formale dell’associazione si è resa necessaria, dati i “tempi che corrono” e la serietà e lo scrupolo dei diretti interessati, per avere una base giuridica ed operativa solida con cui agire.

LEGGI ANCHE  Coca dalla Bolivia: carabiniere di Collepasso in manette

Oggi il Comitato è composto dal parroco don Antonio Russo (Presidente), Vitantonio Costa (Presidente delegato dal Parroco), Giuseppe Aloisi, Francesco De Lazzari, Francesco Imperiale, Luciano Maggiulli, Antonio Malerba, Salvatore Marra (1966), Donato Marra, Mario Mele, Antonio Paglialonga (1943), Fernando Paglialonga, Giovanni Pellegrino (1972), Cesario Pellico e Pierino Vantaggiato.

Una “squadra” di tutto rispetto, con il “richiamo in servizio” anche di alcune significative e sperimentate presenze (come, ad esempio, l’ex Comandante dei Vigili Urbani Antonio Malerba), che si è subito “buttata a capofitto” per organizzare nel migliore dei modi la Festa e reperire i necessari fondi con sponsorizzazioni, sottoscrizioni e raccolte fondi “casa casa”, presso il “banchetto” presente quasi giornalmente in piazza Dante o nella sede del Comitato (locale attiguo alla Chiesa Madre).

Il “banchetto” in piazza Dante: il presidente Costa con alcuni collaboratori

Tonio Paglialonga, “decano” della “squadra” e da sempre in prima fila nell’organizzazione di feste civili e religiose (… è, tra l’altro, uno degli ultimi ancora viventi del vecchio Comitato della Festa dello Spirito Santo, svoltasi insieme a tante altre sino alla fine degli anni ’80 a Collepasso), dice: “… stamu stracchi… ma simu tutti entusiasti e compatti!” (un bell’esempio per qualche giovane che volesse iniziare ad impegnarsi per le prossime Feste patronali).

Il risultato di quest’impegno è nel programma pubblicato sui social e diffuso tramite un pubblico manifesto, riportato di seguito.

LEGGI ANCHE  Lascino in pace la scuola!

Siamo già in pieno periodo festivo. Ieri sera le “carcasse” hanno ricordato anche ai più distratti il primo giorno di “novena” della Madonna e domenica 4 settembre si svolgerà la tradizionale Fiera “Madonna delle Grazie”, ormai alla sua 42ª edizione, promossa e svolta nel settembre 1980 su iniziativa dell’allora sindaco ins. Giuseppe Marzano, insediatosi pochi mesi prima.

Ad integrazione del programma, riporto il percorso della solenne processione che si terrà mercoledì 7 settembre, alle ore 19.30, per le seguenti vie del paese, partendo dalla Chiesa Madre: G. Matteotti, U. Bassi, IV Novembre, G. Mazzini, G. Puccini, R. Calabria, Ovidio, Arc. Molloni, Masaniello, Dabormida, Roma, Principe di Piemonte, Bellini, Del Bosco, Car. Paglialonga, Lecce, Gen. Giardini, E. Fermi, E. Majorana, U. Veronesi, A. Volta, P. Mascagni, Piazza Martiri Ungheresi, A. Diaz, Baronessa Contarini, piazza Dante, N. Sauro, Chiesa Madre.

Buon lavoro al nuovo Comitato…

 … e buona Festa a tutti!

Pantaleo Gianfreda

Post scriptum

Riporto per correttezza una precisazione all’articolo da parte di Giuseppe “Pippi” Torsello, già Presidente del Comitato Festa Patronale, postata in data 1.9.22 in un commento sul gruppo facebook InfoCollepasso.

Carissimo Pantaleo, non me ne vorrai, se per dovere di cronaca, mi permetto segnalarti una piccola correzione nelle date, riguardanti le precedenti Commissioni. Dopo le dimissioni del sindaco, Luigi Longo, nel 1992, l’allora parroco, don Celestino Tedesco, mi affidò l’incarico di organizzare la festa in onore della Beata Vergine ( sino al 1991 era stata organizzata dall’Amministrazione Comunale). Tale impegno, lo portai avanti sino al 1994. Scusa se mi sono permesso, ma per correttezza anche verso gli altri amici che hanno collaborato all’organizzazione della nostra Festa.