I “versi” di barbagianni o assiolo della (via) Baronessa Contarini

I “versi” di barbagianni o assiolo della (via) Baronessa Contarini

7 Luglio 2022 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

Ricevo e pubblico volentieri un messaggio inviatomi da una giovane e gentile signora (ometto ogni riferimento nominativo) circa strani “versi” ornitologici che si ascoltano in questi giorni sulle terrazze di via Baronessa Contarini, che, a quanto pare, hanno suscitato anche, come scrive la donna, “qualche commento contrariato su Facebook”.

Vecchia immagine di via Baronessa Contarini

Caro Pantaleo,

… Ti scrivo in merito al verso che da giorni di sente sulle terrazze di via Baronessa Contarini. Pare sia il verso di un barbagianni o di un assiolo. Presumibilmente ci sarà un nido perché si vedono volare più uccelli. Ho contattato diverse associazioni, tra cui la sezione litorale ionico-leccese della LIPU, nella persona dell’avvocato …. Mi è stato chiesto di farmi portavoce del fatto che questi, che siano barbagianni o assioli, sono specie protette, pertanto non possono essere toccati dal luogo dove hanno deciso di fare il nido o stazionare, né tantomeno far loro del male (non sia mai) perché tutto ciò è perseguibile penalmente. Detto tra noi ha usato toni abbastanza accesi, poi l’ho invitato a tranquillizzarsi perché la mia intenzione, visto il mormorio che la cosa ha suscitato su Facebook, era quello di salvaguardarli, non certo sopprimerli perché non danno fastidio al vicinato (…) . Era più una preoccupazione leggendo qualche commento contrariato su Facebook.

LEGGI ANCHE  “Sblocchiamo La Masseria Grande”: una petizione al Prefetto su iniziativa dei commercianti di Casarano

Ti ringrazio anticipatamente se potrai essere tu a farti “Voce ufficiale”, se lo ritieni opportuno. …

Inutile dire che l’avvocato aveva frainteso le mie intenzioni, quindi ha iniziato a farmi la morale sulla salvaguardia dell’ambiente, degli animali, ecc… poi essendo una biologa mancata🤪gli ho risposto a tono e ha modificato toni e parole… mi ha chiesto scusa e di farmi portavoce… tutto qui. Grazie.

Una storiella interessante, no?!?

… una storiella che mi piace “condire” con la seguente struggente poesia (e relativa parafrasi) di Giovanni Pascoli, “L’assiuolo”.


Spread the love