Due anziani coniugi collepassesi derubati da due donne sedicenti “profughe”

Due anziani coniugi collepassesi derubati da due donne sedicenti “profughe”

17 Ottobre 2022 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

La vicenda che riporto è stata pubblicamente raccontata ieri, nel corso delle omelie domenicali, dal giovane parroco della Chiesa “Cristo Re”, don Antonio Tondi, per “mettere in guardia” i cittadini, soprattutto i più anziani, da certi “pietosi” e menzogneri approcci da parte di sconosciuti.

Giorni fa bussano alla casa di una coppia ottantenne di Collepasso due donne straniere sulla quarantina, di carnagione scura, probabilmente slave… si presentano ai due anziani e “si piangono addosso”… “Fuggiamo dalla guerra”, dicono, “abbiamo fame… potete darci qualcosa da mangiare?”, aggiungendo anche di alloggiare a Collepasso presso i locali della Caritas parrocchiale.

I due teneri e generosi anziani, impietositi dal racconto ed ignari che la Caritas parrocchiale non dispone di alloggi, accolgono in casa le due donne “a braccia aperte” e danno loro generosamente da mangiare.

Dopo un’abbondante mezz’ora di “abbondanti” cibarie, le due donne ringraziano e vanno via, non senza, però, abbracciare prima teneramente e lungamente i due anziani per dimostrare loro riconoscenza.

Niente fa presagire ai due anziani, commossi per tanto affetto e “sazi” della loro buona azione, l’ipocrisia e la malevolenza delle due donne.

Se ne accorgono alcune ore dopo, quando l’anziano uomo cerca il portafoglio che aveva nelle tasche dei pantaloni e si accorge di non averlo più… e quando l’anziana donna, a questo punto anche lei allarmata, si tocca il collo e si accorge che le sue due collanine d’oro non c’erano più!

LEGGI ANCHE  Contatore in cortocircuito, divampano le fiamme in un garage a Collepasso

Le due invereconde truffatrici avevano vergognosamente approfittato della bontà e della generosità dei due anziani per “mangiare a sbafo” e derubarli!

Mi unisco anch’io all’appello pubblico di don Antonio Tondi e degli stessi parenti delle due vittime, che hanno voluto appositamente far presente al parroco il fatto e chiedergli di renderlo noto: stiano attenti, soprattutto i più anziani, facili prede di simili raggiri, a sconosciuti che si presentano “piangendosi addosso” o che tentano, in mille modi noti e ignoti, di raggirarli e derubarli.

In questi casi non bisogna avere remore o paure e bisogna immediatamente informare i Carabinieri e/o i Vigili urbani.

Piena solidarietà ai due anziani derubati, encomiabili, comunque, per la loro generosità e solidarietà, sebbene riversate su due persone indegne e truffaldine, che meriterebbero certamente un pasto quotidiano… ma nelle patrie galere!

Pantaleo Gianfreda


Spread the love