Report Asl: il virus “imperversa” nella provincia (+ 5.938) e anche a Collepasso (+ 26)

Report Asl: il virus “imperversa” nella provincia (+ 5.938) e anche a Collepasso (+ 26)

31 Dicembre 2021 0 Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando pensavamo di poter trascorrere un San Silvestro ed un Capodanno tranquilli, siamo costretti di nuovo a starcene preferibilmente chiusi e tranquilli nelle nostre case per evitare il subdolo “nemico” che imperversa nelle  strade e si intrufola dappertutto.

Sembra, infatti, inarrestabile al momento l’avanzata della nuova variante “Omicron” del Covid 19 che “dilaga” anche nella nostra provincia, dove quadruplicano i casi di “attualmente positivi”, e nel nostro Comune, che vede quintuplicati i casi rispetto al precedente rilevamento dell’Asl Lecce.

Secondo l’odierno Report, infatti, è impressionante il numero degli odierni contagiati nell’intera provincia, che passano in una settimana da 2.085 a 8.023 con un balzo di ben 5.938 nuovi casi (nella sola Copertino sono ben 582 i casi accertati) e anche a Collepasso, dove passano da 5 a 31 (+26).

Nello stesso giorno dello scorso anno (31.12.2020), quando si iniziava a sperare di fermare per sempre il virus, i contagiati erano “solo” 1.453 sull’intero territorio provinciale e 27 a Collepasso.

Quello che preoccupa è che, oltre a quelli già vaccinati (seppur in misura minore), il virus si sta annidando soprattutto tra i non vaccinati, che diventano di fatto “untori” nella diffusione del Covid.

Sebbene il Governo abbia emanato in questi giorni misure maggiormente restrittive soprattutto per i non vaccinati, occorre probabilmente maggiore severità e decisioni più ferme, che estendano a tutti l’obbligo vaccinale – considerato che i vaccini riescono, comunque, ad arginare la diffusione del virus – o, come è stato fatto in Germania, obblighi al “confinamento” (lockdown) i soli non vaccinati e tuteli chi è già vaccinato.

LEGGI ANCHE  “Santu Lazzaru: tradizioni, pigiami e sorrisi”: un articolo di P.P. Corso con immagini e protagonisti di Collepasso

Se il Governo non interviene a brevissimo tempo, non sarebbe male che i sindaci più sensibili e coraggiosi, che sono responsabili della salute pubblica a livello locale, emanassero ordinanze in tal senso ed obbligassero i non vaccinati a non uscire di casa per un tempo prestabilito.

Vista la situazione, occorre grande senso di responsabilità ed attenzione da parte di tutti (sarebbe preferibile starsene a casa in questi giorni) e, comunque, rispettare sempre e rigorosamente le note prescrizioni delle Autorità per prevenire l’ulteriore diffondersi del virus.

Per la lettura integrale dei dati provinciali cliccare su Report Asl 31.12.2021


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •