Non vaccinato, è morto per Covid il Carabiniere di Collepasso

Non vaccinato, è morto per Covid il Carabiniere di Collepasso

10 Ottobre 2021 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

Donato Guido, 52 anni, carabiniere di Collepasso in servizio presso la Compagnia di Gallipoli, è “deceduto per le gravi conseguenze del Covid, contro cui non si era vaccinato”.

È quanto riporta il sito corrieresalentino.it in un articolo pubblicato in data odierna.

Donato Guido

“Positivo al virus e in gravi condizioni – scrive, inoltre, il giornale on line – è anche un altro carabiniere, originario di Matino, con cui la vittima usciva spesso di servizio. Il militare, anche lui non vaccinatosi per scelta, è ricoverato presso l’ospedale del nosocomio del capoluogo salentino”.

I funerali del militare si sono svolti stamattina in forma privata direttamente presso il Cimitero comunale, come prevede in questi casi la normativa anti-Covid.

Una drammatica vicenda che deve far riflettere quanti continuano a rifiutare, per i più svariati – talora assai assurdi e stravaganti – motivi, di sottoporsi al vaccino.

Per ulteriori approfondimenti, cliccare su “In ospedale per Covid, muore carabiniere non vaccinato. Altri due militari senza vaccino positivi, uno è grave”.

La notizia viene riportata anche dal giornale on line lecceprima.it nell’articolo (cliccare su) “Il Covid-19 stronca un carabiniere 52enne. Il monito a vaccinarsi di Unarma”.

In quest’ultimo articolo è riportato anche un lungo comunicato della segreteria generale pugliese di Unarma, il sindacato dell’Arma, che, tra l’altro, scrive: “L’episodio è e resta triste e amaro, ci lascia attoniti e addolorati nella constatazione che un collega non c’è più ed altri ancora lottano per guarire, ma al contempo deve esserci da chiaro monito e farci riflettere: il virus c’è ancora e miete silenziosamente vittime e le miete servendosi proprio di noi”.


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda
LEGGI ANCHE  “Un caffè in ghiaccio con latte di mandorla”, il libro di Valentina Perrone per la Giornata della Donna (8 marzo, ore 18, Auditorium Scuola Primaria)