Iniziativa Fidas: S. Messa in ricordo dei donatori defunti (Chiesa Cristo Re, 12 giugno, ore 19.30)

Iniziativa Fidas: S. Messa in ricordo dei donatori defunti (Chiesa Cristo Re, 12 giugno, ore 19.30)

11 Giugno 2021 Off Di Pantaleo Gianfreda

Luca Sedile, donatore di sangue

Ricordare i donatori defunti, la loro generosità ed il loro esempio: è l’obiettivo dell’apprezzabile e sensibile iniziativa dell’associazione dei Donatori di sangue di Collepasso, Fidas sez. “Pino Ferrari”, che ha deciso di far celebrare una Messa in loro suffragio.

Il rito religioso è fissato per sabato 12 giugno, alle ore 19.30, presso la Chiesa “Cristo Re”, dal parroco don Antonio Tondi, anche lui iscritto alla Fidas e generoso donatore di sangue.

Don Antonio Tondi, mentre dona il sangue, e il presidente Fidas Pierluigi Piscopo

Nel corso della celebrazione verranno ricordati il socio donatore Luca Sedile e il socio sostenitore e benefattore dott. Salvatore Mele, scomparso pochi giorni fa tra la sconcerto e la costernazione generali.

La tragedia del 30enne Luca Sedile, vittima del lavoro e generoso donatore, ha segnato fortemente la nostra comunità e ne è diventata drammatica “memoria storica”.

Ha colpito ugualmente, soprattutto i tanti che lo conoscevano ed apprezzavano, la prematura scomparsa una settimana fa del dott. Salvatore Mele, di Galatina, che da molti anni aveva uno studio dentistico a Collepasso, in piazza Dante.

Il medico, colpito da infarto a 50 anni, oltre che apprezzato e amato professionista, era socio della Fidas di Collepasso.

LEGGI ANCHE  Referendum 21 giugno: i nominativi di presidenti e scrutatori

Una gran bella persona”, ricorda il presidente Fidas Pierluigi Piscopo. “Con noi dell’associazione aveva un legame particolare. Avevamo anche fatto con lui una convenzione per tutti i soci donatori”.

Dott. Salvatore Mele

Così lo stesso Pierluigi aveva ricordato il 6 giugno il dott. Mele in un post sul profilo facebook dell’associazione: “Oggi non è un buongiorno per noi, il nostro amico fratello e socio sostenitore Dott. Salvatore Mele non è più tra noi, la nostra roccia, come lo ha definito Federica l’amata moglie di Salvatore, se ne è andato. Questa notizia ci lascia tutti sconcertati. Salvatore oltre ad essere un ottimo medico odontoiatra era soprattutto l’amico di tutti disponibile sempre con tutti. Caro Salvatore, lasci un vuoto incolmabile tra noi tra la nostra Associazione dove fin da subito hai sposato tutte le nostre cause. Sentite Condoglianze alla moglie Federica, ai figli Augusto e Giuseppe”.

I due verranno ricordati nel corso della Santa Messa insieme ai tanti e generosi donatori che non ci sono più e che, nel corso della loro vita, hanno permesso a tante persone sofferenti di poter utilizzare il loro sangue, che “vive” in loro.

Nel corso della celebrazione eucaristica verrà ricordata anche la ricorrenza della “Giornata mondiale del Donatore di Sangue”, fissata ufficialmente per lunedì 14 giugno.

LEGGI ANCHE  Una “bellissima serata” e un’originale esperienza nella giuria di “Mister Salento Italia e Miss Moda e Bellezza”