Il progettista del nuovo Polo scolastico rinuncia all’incarico: ferma presa di posizione Pd. “C’è del marcio in Danimarca”?!?

Il progettista del nuovo Polo scolastico rinuncia all’incarico: ferma presa di posizione Pd. “C’è del marcio in Danimarca”?!?

7 Marzo 2021 Off Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le voci delle dimissioni del tecnico che avrebbe dovuto predisporre il nuovo progetto del Polo scolastico (convertito in “Polo unico dell’Infanzia”), fresco e “fortunato” vincitore (parcella: 110.000 euro), nonché unico partecipante, di una “barbara” ed anomala procedura amministrativa, si rincorrevano già da giorni.

Pare che la Giunta abbia persino provveduto ad un nuovo atto il 22 febbraio. Non si capisce se per attivare una procedura meno “barbara” o addirittura per indicare il nome di un nuovo tecnico progettista.

Certo è che non vi è traccia ancora nell’Albo Pretorio on line della delibera di Giunta (la 25): come mai?!?

Le dimissioni del tecnico sembrano, comunque, certe e alimentano ulteriori interrogativi e perplessità sulla correttezza e sulla reale trasparenza della “barbara” procedura amministrativa.

C’è del marcio in Danimarca“?!? … c’è da chiedersi, parafrasando la celebre frase di un ufficiale danese nell’“Amleto” di Shakespeare, divenuta di uso corrente quando ci si riferisce ad attività poco trasparenti, in cui si avvertono situazioni poco chiare, rapporti oscuri, manovre losche.

Chiediamo, nella speranza che il sindaco risponda e fughi sospetti e illazioni: “C’è del marcio nel ‘danese’ e amletico Comune di Collepasso“?!?

Sulla vicenda il Circolo comunale Pd ha diffuso un volantino – “Polo unico scolastico – quel pasticcio brutto…” -, che rappresenta una ferma e chiara (finalmente!) presa di posizione sul “brutto affare” e sull’ultima e clamorosa “frittata” del sindaco Menozzi e dell’assessore Felline, di cui si chiedono le dimissioni, della maggioranza e del Responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale (“pennetta di fiducia” del sindaco), del quale si dà per certa l’imminente “dipartita” da Collepasso verso altro Comune.

Di seguito il volantino-denuncia del Circolo Pd di Collepasso


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •