Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Rondò Masseria Grande”: il caso va in Parlamento. L’on. Massa (Pd) presenta un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture

MG2Un altro cantiere bloccato e questa volta il caso finisce in Parlamento. La vicenda è quella della “Masseria Grande” nel territorio di Collepasso sull’asse Casarano-Maglie. Lavori bloccati da due anni. Il deputato del Partito Democratico, Federico Massa, ha rivolto un’interrogazione scritta al Ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, per sapere se non sia opportuno «sollecitare, al fine di tutelare gli interessi generali, ogni iniziativa utile a portare a termine, nel pieno rispetto dei beni paesaggistici e culturali, un’opera ubicata in un’area strategica sulla Gallipoli-Otranto, considerato che le due arterie interessate servono le zone industriali di Casarano e Collepasso, hanno un’importanza primaria per il turismo e sono attraversate giornalmente da migliaia e migliaia di cittadini, compresi tantissimi studenti».
MG0Un’opera strategica, quindi, che da anni provoca disagi. Con la burocrazia da più parti indicata, insieme alla proliferazione dei ricorsi, come prima colpevole. Da circa due anni le amministrazioni comunali e i partiti di Casarano e Collepasso stanno cercando di sollecitare le istituzioni interessate (magistratura e Provincia) a sbloccare il cantiere e riaprire l’importante arteria al traffico. La stazione appaltante è Palazzo dei Celestini. «Un grande disagio per migliaia di persone e un rischio per la sicurezza. Insomma, un gran pasticcio – commenta l’onorevole Massa, autore dell’interrogazione parlamentare – non si può definire diversamente la vicenda della rotatoria del comune di Collepasso che si dirama in direzione di Casarano e Gallipoli».
Una matassa difficile da sbrogliare. «Un’opera della Provincia – continua il deputato Pd che da subito è apparsa invasiva ed esagerata rispetto alla necessità di mettere in sicurezza la strada, che non ha tenuto conto che proprio dove è stata localizzata la megarotatoria c’è una masseria secentesca. In più, come hanno denunciato i consiglieri di minoranza del comune di Collepasso, una parte dei lavori è stata effettuata in difformità allo stesso progetto approvato dalla giunta provinciale».
Da queste ed altre incongruenze sono scaturiti un contenzioso complicato, indagini della magistratura, ripetuti blocchi dei lavori. «Nel frattempo – aggiunge Massa – e nonostante la pressione dell’opinione pubblica e dei comuni interessati, l’arteria di collegamento con importanti città come Casarano, Gallipoli e Otranto continua a rimanere bloccata. E siccome gli anni passano è giusto che ognuno si assuma le sue responsabilità. Questo è il senso dell’interrogazione parlamentare – spiega in conclusione il deputato – avere un’informativa puntuale sull’aderenza del progetto alla realtà dei luoghi, sulla rispondenza dello stesso ai lavori effettuati, sulla effettiva tutela di beni monumentali secenteschi, sullo stato attuale dell’arte e sui tempi di conclusione dei lavori». Il 29 settembre scorso, su disposizione della magistratura, la polizia municipale di Collepasso ha rimosso i sigilli della zona sequestrata.
Enzo Schiavano, Nuovo Quotidiano di Puglia, 3.11.2014

———-

La Gazzetta del Mezzogiorno: “Il rondò approda al Governo”

Opere abusive incorso d'opera, poi smantellate

Opere abusive incorso d’opera, poi smantellate

COLLEPASSO. Il caso del rondò “Masseria Grande” approda in Parlamento. A sollevare la questione è l’onorevole del Pd Federico Massa con una interrogazione inviata al presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, e al ministro delle infrastrutture, Maurizio Lupi. Il parlamentare salentino, ripercorse le tappe della lunga vicenda, chiede si sapere: «se non si ritiene opportuno richiedere una informativa puntuale e dettagliata sia sull’iter seguito nell’affidamento dei lavori che sulla difformità degli stessi dagli elaborati progettuali e sui gravi ritardi accumulati; di sollecitare ogni iniziativa utile a portare a termine, nel pieno rispetto dei beni paesaggistici e culturali, un’opera ubicata in un’area strategica sulla Gallipoli-Otranto, considerato che le due arterie interessate servono le zone Industriali di Casarano e Collepasso, hanno un’importanza primaria per il turismo e sono attraversate giornalmente da migliaia e migliaia di cittadini, compresi tantissimi studenti». «Un’opera che da subito – afferma l’onorevole Massa – è apparsa invasiva ed esagerata rispetto alla necessità di mettere in sicurezza la strada, che non ha tenuto conto che dove è stata localizzata c’è una masseria secentesca». Poi ricorda che per salvaguardare il muro e le colonne in pietra leccese «sin dall’interruzione dei lavori nel maggio 2013, ripetutamente ed inutilmente è stata chiesta alla Provincia l’approvazione di una variante per salvaguardare il settecentesco portale della masseria, che sembrerebbe persino inesistente negli elaborati progettuali, considerata l’ampia disponibilità di aree contigue».
Antonio De Matteis, La Gazzetta del Mezzogiorno, 3.11.2014

Sull’argomento v. anche (cliccare sul link):
Leccesette.it: “Il pasticcio della mega rotatoria di Collepasso finisce in Parlamento”
Lecceprima.it: “Il pasticcio della mega rotatoria di Collepasso finisce in Parlamento”

Altra documentazione fotografica sullo “scandalo rondò Masseria Grande”:

Una delle "montagnole" abusive realizzate e poi demolite

Una delle “montagnole” abusive realizzate e poi demolite

Il portale della Masseria occluso dalle opere abusive, poi smantellate

Il portale della Masseria occluso dalle opere abusive, poi smantellate

Altre opere abusive realizzate e smantellate

Altre opere abusive realizzate e smantellate

Settembre 2013: si procede allo smantellamento delle opere abusive

Settembre 2013: si procede allo smantellamento delle opere abusive

c.s.

c.s.

MG1

c.s.

c.s.

Un momento della conferenza stampa di Manera di giovedì 2 ottobre

Un momento della conferenza stampa di Manera di giovedì 2 ottobre

Il pericoloso varco creato nel cantiere dei lavori

Il pericoloso varco creato nel cantiere dei lavori

Pubblicato da il 3 Novembre 2014. Filed under Ambiente e Turismo,Cronaca,Masseria Grande. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.