Lo “scempio” del rondò “Masseria Grande”: lunedì 15 aprile, ore 11.00, si riconvoca la Commissione provinciale

13 Aprile 2013 Off Di Pantaleo Gianfreda
Spread the love

MasGrandeE’ stata riconvocata per lunedì 15 aprile, alle ore 11.30, a Lecce, presso Palazzo dei Celestini, sede della Provincia, la 2^ Commissione consiliare “Patrimonio e Lavori Pubblici” per discutere dei lavori in corso per la costruzione di un rondò vicino alla Masseria Grande.

Nella precedente riunione la Commissione aveva deciso di aggiornare la seduta per poter ascoltare ufficialmente sulla vicenda il sindaco del Comune di Collepasso, il Dirigente del Servizio Tecnico ing. Zampino e me (nella precedente riunione mi fu concesso di intervenire solo in modo informale), in qualità di consigliere comunale presentatore dell’interrogazione del 15 marzo u.s..

I lavori della “Masseria Grande” appaltati dalla Provincia, sulla quale anche la Regione ha chiesto chiarimenti dopo aver ricevuto copia della mia interrogazione, rappresentano uno sconcio evidente e uno scandalo ambientale inaudito e stanno creando ampio sconcerto.

Oltre all’abbattimento di un lungo e vecchio muro laterale, sono stati effettuati riempimenti incomprensibili e costosissimi che stanno alterando scandalosamente e mostruosamente i luoghi da un punto di vista ambientale e dello stesso impatto visivo, occultando e occludendo persino la recinzione esterna e il settecentesco e monumentale portale lungo la S.P. Maglie-Masseria Grande-Casarano, a pochi metri dal quale è stato elevato un terrapieno. Ancora non si capisce in base a quali scelte tecniche, è stata effettuata la sopraelevazione di oltre un metro e mezzo di tutta l’area creando un vero e proprio “mostro”.

LEGGI ANCHE  Progetto Cinema 2020: Serata di solidarietà con “Gli anni più belli” di Gabriele Muccino (27 febbraio, ore 19.30, cinema Ariston)

Sono curioso di sentire come l’Ufficio Tecnico della Provincia giustificherà quei lavori assurdi, ma sono altrettanto curioso di ascoltare come giustificherà Paolo Menozzi la sua colpevole ed irresponsabile passività di fronte allo scempio provocato dai lavori, nonostante le continue sollecitazioni dell’opposizione.

Una cosa oggi appare certa: visti i tanti punti inspiegabili e “oscuri” dell’intera vicenda, sarebbe opportuno che Provincia, Regione e Magistratura facessero luce su questi “curiosi”, incredibili e scandalosi lavori.


Spread the love
author avatar
Pantaleo Gianfreda