28 febbraio: Quinta Giornata Mondiale della Lentezza

28 Febbraio 2011 Off Di Pantaleo Gianfreda
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lunedì 28 febbraio si festeggia la quinta Giornata mondiale della Lentezza, una manifestazione nata per riflettere sui danni economici, ambientali, sociali e culturali del vivere a folle velocità e per attirare l’attenzione sui temi di un buon uso del tempo delle persone, in armonia con l’ambiente. La quinta edizione di svolge a New York (le precedenti a Shangai, Tokyo, New York, Milano). Anche a Lecce, presso l’ex Convento dei Teatini, si festeggia la giornata con “Manifestazione Sa-lentina”, promossa dall’Istituto di Scienze e Filosofie del Benessere


La Giornata Mondiale della Lentezza è una manifestazione che nasce da un’idea della Onlus “L’Arte del Vivere con Lentezza” per riflettere sui danni economici, ambientali, sociali e culturali del vivere a folle velocità e per attirare l’attenzione sui temi di un buon uso del tempo delle persone, in armonia con l’ambiente.
Ognuno di noi è chiamato a cambiare il suo pezzettino di mondo con le proprie idee e il proprio entusiasmo.
La V Giornata si svolgerà a New York e nel mondo, ha come tema: Ambiziosi e Altruisti – Slow life, green life, better life e prevede una vera e propria kermesse che vede svilupparsi oltre 100 eventi in varie città del mondo in contemporanea e per più giorni.
Le precedenti edizioni della Giornata hanno avuto come fulcro le città di Milano 2007, New York 2008, Tokyo 2009, Shanghai 2010.
Nel 2011 ritorna a New York: la città ha intrapreso da tempo una serie di politiche per migliorare la vita dei cittadini, quali la chiusura al traffico motoristico di alcuni luoghi simbolo, l’espansione della ciclabilità di numerose zone, la trasformazione di zone quali la High Line in zone pedonali e di completo relax, campagne contro l’obesità e contro il fumo, etc. Per questi motivi L’Arte del Vivere con Lentezza Onlus ritorna nella Grande Mela, guidata dall’amministrazione Bloomberg.
Da “Vivere con lentezza”di Bruno Cortigiani, riporto alcune note esplicative sulla giornata:
 
Quando alla fine del 2006 ho pensato alla 1° Giornata Mondiale della Lentezza, ho pianificato diverse cose:
1) la data: a febbraio, prima dell’equinozio di primavera (21 marzo) prima del periodo in cui la natura e gli esseri umani (ancora un po’ animali nel loro fondo) entrano in una frenetica attività di risveglio; il lunedì dopo San Valentino, per poter festeggiare San Va – Lentino (banale, ma efficace gag, intraducibile quando ci siamo trovati nella seconda edizione newyorkese); di lunedì, il giorno più antipatico e furioso della settimana, quello in cui tutti sono sulla linea di partenza con i motori accesi in attesa che si abbassi la bandierina dello starter, alcuni anche speranzosi che non si abbassi mai;
2) l’estensione dell’iniziativa: a Milano perché, essendo io residente lì, sarei stato in grado di limitare i costi;  
3) il modello: evento creato, anche sulla base dei tanti organizzati con Progetto Italia, ideato, controllato e diretto da me personalmente.
Gonfiatasi così tanto la situazione, con i soliti amici decido di seguire le iniziative di una sola grande città. Per tutto il resto, sto a guardare. In una piazza di una metropoli qualunque, più incline per natura alla frenesia che alla lentezza, decidiamo di dare la multa a chi cammina veloce, di consegnargli l’elenco dei Comandamenti, di strappare la promessa di applicarne almeno uno il giorno dopo e di intervistarli circa il loro rapporto con il tempo, la fretta e la voglia di vivere meglio.
Se nella stessa città riusciamo a organizzare altri momenti di riflessione, che vedano coinvolti artisti bravi, ma non ancora famosi, con una loro performance, tanto meglio.
 
In occasione dell’evento anche la città di Lecce aderisce all’iniziativa con la “Manifestazione Sa-lentina”, promossa dall’Istituto di Scienze e Filosofie del Benessere e in programma per il 28 febbraio a Lecce presso l’ex Convento dei Teatini.
Si tratta di un importante momento di condivisione tra persone, associazioni ed istituzioni che, in modo creativo, spontaneo e generoso propongono di riflettere insieme sul rallentare per vivere meglio e sul rallentare come atto di gentilezza verso se stessi, gli altri e l’ambiente.
“Manifestazione Sa-lentina” sarà l’annuncio di un messaggio itinerante pronto ad incontrare la curiosità della gente per strada, che potrà unirsi al movimento lento degli aderenti, sollecitati ad un nuovo atteggiamento fisico e mentale più salutare, consapevole e attento. L’iniziativa, promossa dall’Istituto insieme all’assessorato all’Igiene, Sanità, Randagismo e Qualità di vita del Comune di Lecce, all’Istituto di Cultura Bioecologica e all’Unpli Puglia, prevede alle ore 10 il raduno e la presentazione dell’iniziativa nell’ex Convento dei Teatini, a cui seguirà un lento corteo che incontrerà i passanti e le persone in uscita da scuole e uffici, donando loro i segnalibri dell’evento, mentre un’automobile annuncerà i messaggi della lentezza, accompagnati da un sottofondo musicale molto rilassante.
Alle ore 18 si terrà un convegno programmatico tra le associazioni operanti nell’ampio settore della Slow Life (biologico, slow-food, promozione della salute, di attività creative e ricreative e tutela dell’ambiente), con l’obiettivo di trovare insieme gli strumenti più utili per fare rete, gettando anche le basi per l’edizione 2012.
Buona e “lenta” giornata a tutti!

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
LEGGI ANCHE  Silenzi assordanti e “orrori” social: riflessioni e interrogativi dopo il blitz antidroga dell’Arma dei Carabinieri a Collepasso