Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

I ragazzi della Scuola Secondaria senza riscaldamento da oltre dieci giorni: cosa aspettano “Lor Signori” a far sistemare i termosifoni?!?

Una giovane e cortese madre mi invia ieri sera un preoccupato e accorato messaggio, chiedendo un intervento del “118 InfoCollepasso”: da oltre dieci giorni i termosifoni della Scuola Secondaria (ex Media) sono spenti per un guasto alla caldaia, lasciando alunni/e e tutto il personale al freddo.

Incredibile che, ormai a dicembre, i termosifoni siano spenti  da così lungo tempo per un guasto e che l’Amministrazione non abbia ancora provveduto alla riparazione!

Riporto il messaggio:

Buona sera signor Gianfreda volevo portare alla sua attenzione il fatto che presso la scuola secondaria di primo grado a Collepasso i termosifoni sono spenti. Dieci giorni fa ci è stato detto che vi è un guasto alla caldaia e che il sindaco ha chiamato i tecnici e sollecitato la riparazione. Ad oggi i ragazzi vanno a scuola e stanno in classe fermi per sei ore con il cappotto addosso e le finestre aperte (che per ragioni di Covid devono essere aperte per il ricambio di aria). Ho sollecitato qualche ora fa il sindaco tramite messaggio il quale non mi ha risposto, i rappresentanti di istituto non sanno come intervenire… Inoltre in alcune aule mancano ancora le porte.

Ps: presso la scuola primaria i riscaldamenti funzionano già da una settimana. Grazie ancora e buona serata.

Cosa aggiungere?!?

Muovete il deterano!” (scusate la perifrasi), signor Sindaco e signori Amministratori!

Pantaleo Gianfreda

Post scriptum

Per correttezza, riporto il seguente messaggio inviatomi dalla signora verso le ore 11.00 (pare che oggi i termosifoni funzionino!):

Buongiorno. Molte grazie. Proprio ora il sindaco mi ha risposto che i termosifoni “per magia” sono stati accesi… Grazie ancora

Deo gratias!

Facebook Comments
Pubblicato da il 1 Dicembre 2020. Filed under Notizie flash. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento