Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Gabriele Adinolfi presenta il libro “Orchestra rossa” nella video-diretta fb di Aficionados Colle (giovedì 18 giugno, ore 20)

Gabriele Adinolfi

Si arricchiscono di nuovi protagonisti, non più esclusivamente locali, e di interviste su temi nazionali “scottanti” le video-dirette di Lucio Russo sulla pagina facebook “Aficionados Colle”, in particolare sul “fenomeno dello stragismo” in Italia, da sempre uno dei maggiori interessi storici del conduttore.

Si inizia oggi (giovedì 18 giugno), alle ore 20.00, con lo scrittore di estrema destra Gabriele Adinolfi, che presenta il libro “Orchestra rossa” e parlerà anche delle stragi in Italia.

Adinolfi (1954) ha militato fin dal 1968 nella destra radicale. Cofondatore di “Terza Posizione”, è stato oggetto di tre comprovati tentativi di depistaggio in margine alla strage di Bologna. Ha vissuto vent’anni in esilio, in particolare a Parigi. Fondatore e dirigente di Centri studi (Orientamenti & Ricerca, Polaris, EurHope), ha scritto diversi libri in Italia, Francia e Spagna. Si occupa di formazione e anima varie iniziative metapolitiche, in particolare i “Lanzichenecchi d’Europa”. Dirige la rivista “Polaris” e il giornale online noreporter.org.

Nel libro-inchiesta “Orchestra rossa”, che parla di stragi e terrorismo, Adinolfi espone gli elementi che, a suo parere, “inchiodano alle loro responsabilità alcuni ambienti dell’ultrasinistra collusi con i servizi segreti italiani, israeliani e della Germania Est. Il tutto con sorprendenti coperture inglesi, francesi, della Gladio e della Cia. Una rete del terrore e della sovversione che esordì ai tempi della Guerra di Spagna e che ha sempre rinverdito le pratiche e la mentalità dei partigiani”. Una “visuale” molto discutibile, smentita dalle inchieste giudiziarie e parlamentari e dalla quasi totalità dei ricercatori, cui Lucio ha deciso di dare voce per ascoltare la versione di uno dei protagonisti di quegli anni bui.

La diretta si può visionare sulle pagine fb Aficionados Colle e InfoCollepasso e sul profilo personale dell’ospite.

Dopo il discusso Adinolfi, altri importanti ospiti sono previsti nelle dirette successive, nel tentativo di dare una più compiuta idea dello stragismo in Italia e dei diversi punti di vista di protagonisti, politici e storici.

Lunedì 22 giugno, alle ore 20.15, Paolo Cucchiarelli presenta il nuovo libro “Ustica e Bologna, attacco all’Italia” e parlerà del caso Moro e di altre stragi italiane.

Venerdi 26 giugno, alle ore 19.30, il politico e scrittore pugliese Girolamo (“Gero”) Grassi parlerà del “caso Moro”, alla luce delle indagini e dei documenti emersi durante i lavori della Commissione parlamentare d’inchiesta su Moro, di cui l’on. Grassi fu promotore.

Lunedi 29 giugno alle ore 20.15, Marcello Altamura presenta alcuni suoi libri sul “caso Moro” e sulle stragi in Italia. Probabile ospite anche il giudice Guido Salvini.

Martedi 30 giugno, alle ore 20.15, Ilaria Moroni, direttrice dell’archivio Flamigni di Roma, parlerà delle carte del “memoriale Moro” e di fatti poco conosciuti accaduti in via Fani nel corso dell’agguato a Moro e in via Caetani. Interverrà anche il noto giornalista Marco Damilano.

Mercoledi 15 luglio, alle ore 21.00, l’altro noto scrittore e giornalista Giovanni Fasanella presenterà il suo nuovo libro sulle stragi in Italia, dal 1943 ai giorni nostri, cercando di individuare l’unico filo conduttore che organizzava la destabilizzazione politica ed economica nel nostro Paese.

Pubblicato da il 18 Giugno 2020. Filed under Notizie flash. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *