Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Abbandono di rifiuti e sanzioni a Gallipoli: “beccati” sei trasgressori. Il sindaco Minerva: “C’è chi predica bene e razzola male…”

Foto (sopra e sotto) tratte dalle “fototrappole” e diffuse dal Comune di Gallipoli, che documentano l’abbandono di rifiuti e individuano gli “sporcaccioni”

L’Amministrazione Comunale di Gallipoli ha attivato ulteriori fototrappole per contrastare il fenomeno diffuso dell’abbandono di rifiuti. Dopo i controlli dei mesi precedenti, nel corso della scorsa settimana sono stati sanzionati ulteriori trasgressori.

Dopo una settimana dall’attivazione delle fototrappole si procede con gli accertamenti grazie al lavoro della Polizia Municipale. Al momento sono sei i trasgressori che hanno indebitamente abbandonato i sacchetti della spazzatura e vari oggetti in varie aree della periferia.

Continuo a stupirmi di questi ripetuti atti di inciviltà. Durante la quarantena, abbiamo monitorato la situazione e sanzionato i colpevoli: ora abbiamo rafforzato i controlli e l’intero territorio è supervisionato dalle fototrappole”, commenta il Sindaco Stefano Minerva.

Un’operazione trasversale che interessa e coinvolge vari settori: dall’Ufficio Ambiente a quello dei Servizi Informatici fino ad arrivare alla Polizia Municipale.

Un prezioso lavoro di squadra che ha coinvolto, come sempre, l’Assessore all’Ambiente Giuseppe Venneri, il Presidente della Commissione Ambiente Cosimo Nazaro e l’Assessore alla Polizia Municipale Paola Scialpi. Il Corpo di Polizia Municipale è impegnato in un lavoro estremamente delicato: per questo intendo ringraziare l’Agente di Polizia Locale Antonio Verona per il lavoro meticoloso svolto e per l’impegno costante dimostrato. Non tollero più i commenti in cui si dice che la città non è pulita e poi si è colpevoli in prima linea. C’è chi predica bene e razzola male, basta dire che la città è sporca: spesso i responsabili di tale scempio sono i primi a lamentarsi sui social”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Gallipoli, 13.7.2010

Post scriptum

… forse il sindaco e gli amministratori di Collepasso, che, notoriamente, “predicano bene e razzolano male”, potrebbero prendere esempio dalle iniziative del Comune di Gallipoli (e di altri Comuni), che installa fototrappole e “becca” e multa gli “sporcaccioni”…

Pubblicato da il 13 Luglio 2020. Filed under Notizie flash. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Un commento a Abbandono di rifiuti e sanzioni a Gallipoli: “beccati” sei trasgressori. Il sindaco Minerva: “C’è chi predica bene e razzola male…”

  1. salv.cito Rispondi

    15 Luglio 2020 a 08:07

    Niente senso civico –
    si deve cercare di creare quei presupposti con Comuni integrati (3/4 Comuni),per acquisto magari di telecamere – cosi da scovare gli sporcaccioni – stiamo nel 2020 cose assurde – i nostri figli/nipoti/ pronipoti questo devono vedere sempre?
    Uniti dobbiamo essere per smascherare i suini –
    Spot: suini no – piu’ puliti si!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *