Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Un disperato gattino sul “cocuzzolo” di un palo elettrico salvato da Alberto e Francesco

Il momento del salvataggio del gatto

C’era una volta un gattino, disperato e miagolante, finito – non si sa come – sul “cocuzzolo” di un palo elettrico…

Sembra una bella favoletta e non posso che iniziare con il classico “c’era una volta”… sebbene il fatto, assai edificante, sia realmente accaduto l’altro ieri a Collepasso, in via arciprete Molloni (la strada per Casarano-Eutoitalia).

Il gatto sul “cocuzzolo”

Si dice che i gatti abbiano “mille vite”, ma questa volta quel gatto “se l’è vista brutta” e si è salvato solo grazie alla sensibilità, alla generosità e al “pronto intervento” di due baldi giovanotti collepassesi. 

Alberto, giovane geometra che rientrava nella sua abitazione, non riusciva a capire da dove provenissero quei miagolii insistenti e irritanti. Sembravano disperati s.o.s. lanciati “a destra” e, guarda caso!, anche a “manca” (“nomem omen“…). Si guardava attorno e non scorgeva gatto alcuno… “…sarà un’allucinazione?!?”, si chiedeva preoccupato. Quei miagolii erano, però, insistenti e persistenti e non potevano che essere reali. Guardava sui cornicioni delle case… niente! Poi, però, girando lo sguardo e cercando di scorgere tra gli alberi circostanti, notava, “appollaiato” sul “cocuzzolo” di un palo, un disperato gattino, che nelle sue probabili e quotidiane peripezie aveva “conquistato” il “cocuzzolo della montagna“, ma non riusciva a ridiscenderne, bloccato dal terrore.

E qui entra in scena Francesco. Anche lui giovane (un po’ meno di Alberto), ma attrezzato e generoso elettricista ben noto ai collepassesi (e soprattutto ai bambini nel periodo natalizio), al quale Alberto si rivolge per intervenire a salvare quel gatto. Francesco possiede, infatti, per la sua attività di elettricista una piattaforma adatta allo scopo e lui, disponibile come sempre, “parte” per la sua generosa e “imperiale” missione: salvare (all’insaputa di Salvini, naturalmente!) quel gatto, “naufrago in cielo”.

Il gatto e… Francesco.

Così fu che anche questa volta, come nelle favole che finiscono tutte a lieto fine, il gatto continuò a vivere “felice e contento”, salvato da due baldi e generosi giovanotti collepassesi, Alberto e l’intrepido Francesco, che, tra l’ironico e il soddisfatto, posta simpaticamente sulla sua pagina facebook: “Novità dell’anno, la mia piattaforma non è solo per lavorare ma anche per aiutare. Nuovo servizio salva gattino”.

Sensibilità, generosità, professionalità, simpatia e ironia… un bel cocktail di umanità per salvare anche un gattino!

Pubblicato da il 19 Gennaio 2019. Filed under Notizie flash. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

2 commenti a Un disperato gattino sul “cocuzzolo” di un palo elettrico salvato da Alberto e Francesco

  1. Rossella

    20 Gennaio 2019 a 11:02

    Complimenti a tutti e due, salvare un animale è un gesto di pura umanità!!!
    👏🏻💪🏻

  2. DONATO

    20 Gennaio 2019 a 10:54

    Non sono riuscito ad individuare Alberto ma conosco Francesco come un ragazzo sempre disponibile.