Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Scomparso don Quintino Gianfreda, Vicario Generale emerito dell’Arcidiocesi di Otranto

Don Quintino con l’amata zia Maria

È scomparso, verso le ore 6.00 di questa mattina, don Quintino Gianfreda, Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Otranto sino al 15 giugno scorso.

Il sacerdote è deceduto presso l’Hospice Casa di Betania di Tricase, dove era ricoverato da alcuni giorni, dopo che a novembre gli era stato diagnosticato un grave ed irreversibile male ed era risultata vana ogni possibilità di intervento e di cura.

Don Quintino era nato a Collepasso il 24 ottobre 1934, dove, dopo aver frequentato il seminario di Otranto, fu ordinato sacerdote il 5 luglio 1959 dall’arcivescovo mons. Raffaele Calabria.

La sua attività pastorale si è svolta in questi 60 anni sempre ad Otranto, dove ha vissuto con gli zii don Grazio, Maria ed Agata (tutti defunti), rivestendo numerosi incarichi presso la Curia vescovile sino alla nomina a Vicario generale della Diocesi, ininterrottamente tenuta per 20 anni con quattro vescovi sino al giugno scorso, allorché venne sostituito da un altro sacerdote collepassese, don Giuseppe Mengoli.

Don Quintino in una foto di 25 anni fa con l’arcivescovo mons. Francesco Cacucci, l’arciprete don Salvatore Miggiano e, in basso, don Oronzo Orlando nel corso di un incontro benefico sul campo sportivo di Collepasso tra una rappresentativa di sacerdoti e una di amministratori comunali

Canonico della Cattedrale, Rettore del Santuario Santa Maria dei Martiri (Chiesa di San Francesco di Paola sul Colle della Minerva, dove furono decapitati gli 800 martiri idruntini), direttore editoriale della rivista diocesana “L’eco idruntina”, direttore del Museo diocesano, membro di vari organismi diocesani (Collegio dei Consultori, Consiglio Presbiterale Diocesano, Consiglio Pastorale, Commissione per l’Arte Sacra e i Beni Culturali), attualmente Vicario Generale emerito, don Quintino ha dedicato la sua vita con scrupolo e competenza al funzionamento della “macchina amministrativa” diocesana, ma anche alla cura della Chiesa di cui era rettore, allo studio e alla ricerca (ha pubblicato alcuni libri).

Don Quintino nel corso di una celebrazione eucaristica

La salma del sacerdote, dopo il trasporto da Tricase, è esposta presso il Santuario Santa Maria dei Martiri (sul Colle della Minerva), di cui è stato rettore per decenni. Domani, alle ore 11.00, verrà poi trasportata nella Cattedrale, dove, alle ore 15.30, l’arcivescovo mons. Donato Negro e altri sacerdoti celebreranno il rito funebre.

Subito dopo, la salma verrà trasferita nel Cimitero di Collepasso, dove, dopo la benedizione del parroco della Chiesa Cristo Re don Antonio Russo nella Cappella del Cimitero, verrà tumulata nella Cappella di famiglia accanto ai suoi genitori, ai fratelli, allo zio don Grazio e a tutti i suoi parenti.

Riposa in pace, don Quintino!

Pubblicato da il 5 Febbraio 2019. Filed under Notizie flash. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

3 commenti a Scomparso don Quintino Gianfreda, Vicario Generale emerito dell’Arcidiocesi di Otranto

  1. vittorio ruberti Rispondi

    11 Febbraio 2019 a 11:18

    una persona cordialissima e sorprendentemente colta.un modo di approcciare semplice e comprensibile ,sapeva utulizzare le parole giuste al momento giusto.Mi appassionava la sua cultura ed il suo linguaggio forbito.Riposa in pace Don Quintino.

  2. Don Claudio Rispondi

    7 Febbraio 2019 a 23:10

    Porgo le mie più sentite condoglianze ai familiari di Mons. Quintino.
    Ho pregato e celebrato la S. Messa per il caro Don Quintino.
    Lo ricordo con immenso affetto soprattutto per avermi amministrato i primi tre Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana precisamente nella S. Messa della sera della domenica 28 febbraio 1993, presso la Chiesa Madre di Collepasso, all’epoca avevo 21 anni.
    Per l’occasione partecipò alla Messa come vice Sindaco anche il Sig. Pantaleo Gianfreda.
    Dopo il 2004, io ero già sacerdote e mi trovavo a Collepasso a confessare nella festa della Madonna delle Grazie.
    Quando Don Quintino entrando in chiesa mi vede vestito da prete con addosso la stola viola che uscivo dal confessionale, ricordo di avermi abbracciato e mi disse queste bellissime “il Signore ti accompagni sempre”.
    Ancora infinitamente grazie Don Quintino.
    Don Claudio

  3. Luigi Rispondi

    6 Febbraio 2019 a 09:42

    Condoglianze ai famigliari Gianfreda per la perdita del loro caro congiunto monsignor Quintino. Famiglia Luigi Romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *