Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La “sceneggiata” della pulizia del Parco Bosco e i “monumenti” alla “formidabile” giornata

Parte del Parco Bosco dopo la “giornata ecologica” dell’11 maggio

È trascorsa esattamente una settimana dalla “sceneggiata amministrativa” (ero stato facile profeta!) della strombazzata “Giornata ecologica” di sabato 17 maggio… ma il bosco aspetta ancora una vera pulizia o, almeno, il completamento di quella pulizia lasciata a metà (anzi, molto meno della metà) sabato scorso.

Non è un caso che, a differenza dello scorso anno, facebook, whatsapp e altri “canali” mediatici non siano stati invasi quest’anno dai “fumetti” bucolici dei nostri beneamati amministratori.

Le poche foto che pubblico sono chiare ed eloquenti.

La giornata è stata, infatti, un sostanziale flop, che ha costretto amministratori notoriamente e abitualmente selfisti e “posaturi” a mantenere quest’anno un profilo mediatico più basso, con l’eccezione del solito e virtuale “cantore cantaballe”, i cui freni inibitori sono ormai totalmente usurati, che su facebook ha enfatizzato come “formidabile” (!!!) la giornata, accompagnandola da timide foto e  selfie pudichi.

Se i risultati della “formidabile” giornata sono quelli che ogni cittadino può verificare personalmente ancora oggi, a sette giorni dall’evento, o da alcune foto che pubblico… cosa avrebbe scritto il “mago merlino” delle fake news se il bosco fosse stato veramente “tirato a lucido”?!?

Il Parco Bosco, nonostante la presenza di “tanti” (come scrive “mago merlino”) amministratori e volontari aiutati da ben quattro (quattro!) aziende specializzate, è stato solo in parte ripulito (soprattutto nella parte anteriore… ad uso dei “passanti”) mentre lungo i viali e in altre aree è stato lasciato “in compagnia” di tanti piccoli o vasti e permanenti cumuli di fogliame… forse a perenne ricordo dell’impegno dell’indefesso Menozzi&C… piccoli “monumenti” di quella “formidabile giornata ecologica”! Per non parlare di qualche robusto tronco spezzato “pendente” da mesi come una “spada di Damocle” o di altro pericolosamente abbandonato lungo i viali.

Un po’ di serietà… mai, eh?!?

Ci consola che nei prossimi giorni, dopo ripetuti articoli di denuncia pubblicati da questo sito, l’Amministrazione si sia finalmente decisa a dare il via ad una non ben definita “manutenzione straordinaria del Parco Bosco”, utilizzando 20mila (in realtà, 14.592) dei 70mila euro erogati dal Ministero dell’Interno al Comune (e a tutti gli altri Comuni in proporzione degli abitanti) per la “messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale”.

Mi auguro che questa “manutenzione straordinaria” preveda prima di tutto la potatura degli alberi, che ormai “tracimano” pericolosamente sulle strade laterali e “sulle teste” dei “viandanti” che si inoltrano a loro rischio e pericolo lungo i viali. Certamente la somma, piuttosto esigua, non sarà sufficiente alla totale “messa in sicurezza e riqualificazione” del Parco Bosco, le cui tante criticità ho più volte rilevato.

Attendiamo intanto con trepidazione l’inizio dei lavori, già affidati con determina dirigenziale lo scorso 10 maggio, nella speranza che, come ho già scritto nel precedente articolo, l’Amministrazione si decida a presentare un progetto più ampio e serio e chiedere alla Regione i finanziamenti necessari (e ampiamente disponibili) per la definitiva sistemazione ed il rilancio del Parco Bosco, una potenziale “ricchezza” (non solo ambientale) sinora non compresa e mai “sfruttata”.

Pantaleo Gianfreda

Pubblicato da il 18 Maggio 2019. Filed under Notizie flash. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.