Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Progetto Cinema 2018: “Ammorre e malavita” di A. e M. Manetti, giovedì 8 febbraio, ore 19.30, cinema Ariston

Una doverosa premessa prima di scrivere del film in programma giovedì per “Progetto Cinema 2018”.

Dopo la “brillante” performance del sindaco Paolo Menozzi nella presentazione del precedente  film “L’ora legale” (… a proposito, in quale dei due sindaci del film, Gaetano Patané e Pierpaolo Natòli, si potrebbe etichettare il Nostro?!?), che ha offerto ai tanti e costernati “forestieri” presenti (ma non per noi “paesani”) un’immagine un po’ “offuscata” (diciamo…) del nostro “Sommo Amministratore” e, purtroppo, della stessa comunità che lo ha eletto, ci auguriamo e auspichiamo che la presentazione di questo ed altri film venga affidata a relatori un po’ più all’altezza del livello culturale della pregevole rassegna cinematografica e anche della stessa comunità collepassese, che annovera certamente persone di valore, tra le quali lo stesso organizzatore Giovanni Rollo (come ha sempre sinora dimostrato), in grado di dare agli spettatori brevi e significative “letture” dei film in visione.

Tanto per dovere di cronaca, di precisazione e anche di contributo alla buona riuscita della rassegna.

Ammorre e malavita” diretto da Antonio e Marco Manetti e interpretato da Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso  è il film in programma giovedì 8 febbraio (cinema Ariston, ore 19.30).

Il film (2017, durata 134′, commedia-musical-drammatico) è stato riconosciuto d’interesse culturale e finanziato con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, di Regione Lazio e Film Commission Regione Campania. Ha ricevuto il Premio Francesco Pasinetti 2017 assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani e il Premio speciale per la migliore colonna sonora, il Soundtrack Stars Award Speciali.

Trama:

Ciro (Giampaolo Morelli) è un temuto killer di Napoli, una delle due “tigri” – accanto a Rosario (Raiz) – al servizio di don Vincenzo (Carlo Buccirosso) detto “o’ re do pesce“, e dell’astuta moglie donna Maria (Claudia Gerini).

La giovane infermiera Fatima (Serena Rossi) è una ragazza onesta e sognatrice, finita per sbaglio in una situazione pericolosa. Ciro riceve l’incarico di sbarazzarsi di quella testimone indesiderata che “ha visto troppo”, ma le cose non vanno come previsto. I due si trovano faccia a faccia, si riconoscono e riscoprono l’uno nell’altra l’amore mai dimenticato della loro adolescenza. Per Ciro c’è una sola soluzione: tradire don Vincenzo e donna Maria e uccidere chi li vuole uccidere. Inizia così una lotta senza quartiere sullo sfondo degli splendidi scenari dei vicoli di Napoli e il mare del golfo. Tra musica e azione, amore e pallottole.

Pubblicato da il 6 febbraio 2018. Filed under Notizie flash. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Un commento a Progetto Cinema 2018: “Ammorre e malavita” di A. e M. Manetti, giovedì 8 febbraio, ore 19.30, cinema Ariston

  1. antonio Rispondi

    7 febbraio 2018 a 14:22

    Lu lupo di mala cuscenza comu opera pensa…..mino zziiiii

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *