Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Aggressione arbitro: partita persa per l’Usd Collepasso e squalifica di 5 anni al giocatore aggressore

Partita persa per 3-0 e squalifica di cinque anni all’aggressore: queste le decisioni del Giudice Sportivo ai danni dell’Usd Collepasso, che milita in Seconda Categoria, dopo l’incontro di Zollino, sospeso per l’aggressione all’arbitro da parte del calciatore collepassese Claudio Carroccia.

Queste il sunto del verbale del Giudice Sportivo:

Il Giudice Sportivo

– letti il referto di gara;

– rilevato che al 44 minuto del 1º tempo a seguito dell’assegnazione di un calcio di rigore in favore della società Pol. Zollino ASD, il calciatore Carroccia Claudio, dopo aver spinto il Direttore di Gara, lo colpiva con un violento pugno alla guancia sinistra determinando un ematoma che costringeva lo stesso a sospendere definitivamente la gara ed a recarsi presso il pronto soccorso dell’ospedale di Nardò, dove gli veniva assegnata una prognosi di 5 giorni s.c; – che il comportamento sopra riportato, configura una condotta violenta da parte di un tesserato…

DELIBERA di infliggere al Sig. Carroccia Claudio la squalifica di 5 anni con preclusione definitiva,

– di comminare alla società COLLEPASSO la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 3 – 0 in favore della società POL. ZOLLINO ASD“.

Da quanto riporta salentosport.it, anche il presidente della società Marcello Caltabiano è stato colpito da misura disciplinare ed inibito sino al 15 febbraio.

Ancora una volta, nonostante il cambio di dirigenza, l’Usd Collepasso balza alle cronache per un atto poco edificante, verso cui non si può che esprimere nettamente e pubblicamente riprovazione e condanna.

Pubblicato da il 25 gennaio 2018. Filed under Notizie flash,Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *