Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Margherita Campa nuova sindaca baby del Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze (…tra le gaffes dei “grandi”)

La neo eletta sindaca baby Margherita Campa

È Margherita Campa, alunna della classe 2ª B della Scuola Secondaria, la nuova sindaca baby eletta nell’odierna seduta del Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze, tenutosi presso la Sala consiliare “Falcone e Borsellino”.

Margherita ha ottenuto sei voti sui 12 espressi dai giovani neoconsiglieri eletti il 16 novembre.

Gli alunni Lorenzo Esposito e Giuseppe Avantaggiato, 1° e 2° degli eletti nella lista della Scuola Secondaria, hanno ottenuto rispettivamente due e quattro voti.

A subentrare alla neosindaca baby in qualità di consigliera è stata l’alunna Giulia Lia, prima dei non eletti della lista della Scuola Secondaria, ai sensi dell’art. 8 del Regolamento del Consiglio dei Ragazzi/delle Ragazzi/e che prevede: “il Consigliere eletto Sindaco viene sostituito dal primo candidato non eletto appartenente allo stesso ordine di studi”.

Un momento della proclamazione della nuova sindaca baby

In quest’occasione si è verificata la prima clamorosa gaffe del sindaco “grande” Paolo Menozzi, il quale non solo ha poco opportunamente (e con scarso rispetto verso i ragazzi, la Dirigente scolastica e le insegnanti) “dilagato”, sino a “tracimare” “da par suo”, nel corso dell’intera seduta, ma, non avendo forse mai letto il Regolamento da lui stesso approvato in Consiglio, aveva erroneamente proclamato (non so a che titolo, spettando la proclamazione alla neosindaca baby…) subentrante come consigliere l’alunno Gabriele Fuso (1° dei non eletti della lista della Scuola Primaria), il quale ha avuto l’onore di sedersi al tavolo dei consiglieri solo per pochi minuti, sino a quando qualcuno si è fortunatamente accorto della gaffe menozziana e ha riconosciuto l’alunna Giulia Lia come legittima consigliera subentrante.

Purtroppo, le gaffes degli amministratori “grandi”, dovute non solo ad incompetenza e superficialità, ma anche a scarso senso della legalità, sono poi proseguite clamorosamente nel supportare e “consigliare” la neosindaca baby nella nomina di Vice Sindaco e Giunta.

Dopo una breve pausa e un confronto con i “grandi”, la giovane neosindaca, naturalmente non esperta di procedure e fidandosi dei “consigli” dei “grandi”, ha proclamato Vice Sindaca l’alunna Giulia Sejdini, prima degli eletti della lista della Scuola Primaria, ed assessori le alunne Sara Meleleo (Scuola Primaria) e Alice Felline (Scuola Secondaria)… per la cronaca, figlia – guarda caso! – del “grande” e “indecente” assessore Luigi Felline.

Un vero pasticcio, inconsapevolmente compiuto dall’incolpevole sindaca baby per colpa dell’incompetenza e le chiare “trame” dei nostri “grandi” e insuperabili amministratori “grandi”!

Sindaco e Giunta baby con la Dirigente Conte e la consigliera delegata Marra

Certamente la piccola Sejdini aveva ed ha diritto ad un posto in Giunta, essendo stata la più suffragata nelle elezioni in rappresentanza della Scuola Primaria, ma, ai sensi del Regolamento, non poteva essere nominata Vice Sindaco.

Lo stesso art. 8 del Regolamento, prevede: “Il Sindaco dei Ragazzi e delle Ragazze nomina Vice Sindaco il Consigliere, appartenente all’ordine di studi ed al genere diversi dal proprio, più suffragato nelle elezioni di cui all’art. 6”.

Giulia appartiene certamente ad un “ordine di studi” diverso (essendo iscritta alla Primaria, mentre la sindaca frequenta la Secondaria), ma mamma e papà l’hanno fatta di “genere” femminile e, pertanto, doveva essere nominato Vice Sindaco un alunno “appartenente al genere diverso”, il maschietto “più suffragato (ndr: anche “a scorrimento”) nelle elezioni” del 16 novembre… cioè l’alunno Mattia Sansò.

Lo stesso art. 8 del Regolamento, che pubblico per trasparenza e soprattutto per lettura e studio di “grandi” incompetenti e superficiali (cliccare qui), prevede: “Il Sindaco dei Ragazzi e delle Ragazze nomina, altresì, tra i Consiglieri eletti la Giunta Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, composta dallo stesso Sindaco e da n. 3 Assessori, compreso il Vice Sindaco come sopra individuato” ed esplicita: “La composizione della Giunta deve garantire un’equilibrata rappresentanza dei due ordini di studi e dei due generi”.

Un’amministratrice, che è anche consigliera delegata alle Pari Opportunità, ha subito proclamato, ridente e beatamente incompetente: “Abbiamo una Giunta tutta di donne!!!” … Ahi, ahi… e dove sono le “pari opportunità” previste da norme e regolamenti, compreso quello del Consiglio dei Ragazzi?!?

Che grave esempio di incompetenza, superficialità e illegalità dato dai “grandi” agli incolpevoli ragazzi!

La norma regolamentare che prevede che “La composizione della Giunta deve garantire un’equilibrata rappresentanza dei due ordini di studi e dei due generi” dovrebbe significare che dei quattro eletti (Sindaco, Vice Sindaco e Assessori) due rappresentano la Scuola Primaria e due la Scuola Secondaria (e questo è stato fatto), due devono essere femminucce e due maschietti (e questo non è stato fatto).

Insomma, una bellissima iniziativa – che, come ha opportunamente detto la Dirigente scolastica M. Francesca Conte, “deve essere esempio di cittadinanza attiva” e dovrà svolgere “un’attività didattica costante sul campo” – è stata ancora una volta “macchiata” dall’incompetenza, dai pasticci e dalle “trame” (evidenti) dei nostri “grandi” amministratori, grandi solo a soddisfare e perseguire esigenze e fini non tanto reconditi.

Che vergogna per i “grandi pasticcieri” e che cattivo esempio per i “piccoli”!

Consiglio baby al completo con Sindaco, Dirigente scolastica, consigliera delegata e insegnanti

Faccio i miei auguri alla neosindaca baby Margherita Campa, che sarà certamente costretta a ripristinare la legalità degli Organi illegittimamente nominati (Vice Sindaco e Giunta) e riconvocare il Consiglio per ovviare ai madornali errori compiuti per esclusiva responsabilità degli amministratori “grandi”.

A lei e a tutti/e i/le ragazzi/e eletti/e una fervida raccomandazione: siate autonomi e creativi, non fatevi condizionare dagli amministratori “grandi”, così spesso gaffeurs e di cattivo esempio, e affidatevi meglio alla saggia guida della vostra Dirigente e dei vostri insegnanti.

Buon lavoro, ragazzi/e!

Pantaleo Gianfreda

Pubblicato da il 26 Novembre 2018. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

Un commento a Margherita Campa nuova sindaca baby del Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze (…tra le gaffes dei “grandi”)

  1. Un qualcuno

    27 Novembre 2018 a 00:19

    Per me anche l eventuale sindaco avrebbe potuto imparare qualcosa delle regole , sono pienamente d accordo!