Il Comune “perde” un finanziamento regionale di 600mila euro. Pesante “smacco” per Menozzi & C.

29 Agosto 2011 Off Di Pantaleo Gianfreda

Rimane per ora una “chimera” il rifacimento e la riqualificazione urbana di piazza Dante, nonostante promesse e impegni di Menozzi. Il progetto, predisposto e presentato alla Regione Puglia dalla nuova Amministrazione con altri tre Comuni delle Serre Salentine, si è piazzato solo al 31° posto su 39 ammessi in graduatoria. I Comuni pugliesi hanno presentato progetti per 110milioni di euro, ma le risorse disponibili sono solo 52milioni, che riescono a malapena a finanziare i primi 15 progetti. Importante opportunità persa per il nostro Comune. Un pesante “smacco” per Menozzi, che aveva posto tale progetto tra le “priorità” della nuova Amministrazione

 
La priorità è intercettare finanziamenti per la riqualificazione urbana. Siamo già al lavoro per questo: con l’Unione dei Comuni Serre Salentine abbiamo presentato un progetto da 600mila euro a Comune e siamo in attesa di riscontro”, così dichiarava Paolo Menozzi in un’intervista pubblicata dal “Tacco d’Italia” il 21 agosto u.s.
E’ possibile che Menozzi non sapesse, in quella data, che il finanziamento della Regione era diventato una “chimera” (le graduatorie erano note già l’8 agosto) oppure continuava nel collaudato metodo di mentire o, ad essere comprensivi, di “buttare fumo negli occhi” degli “allocchi”?!?
Avevo scritto, lo scorso 19 agosto, nell’articolo “Un Parco giochi al Castello con i soldi del fotovoltaico”: “Certo, capisco che un’Amministrazione debole e “incasinata”, che ha sinora collezionato tante figuracce, abbia bisogno di qualcosa di “visibile” per guadagnare qualche simpatia tra i cittadini… Capisco che la nuova Amministrazione debba “coprire” notizie, fatti e fallimenti più “sostanziosi”… ad esempio, per citarne uno solo, il mancato finanziamento da parte della Regione del progetto di € 600.000,00 per la sistemazione di piazza Dante, presentato appena un mese fa… Con la precedente Amministrazione non era mai successo che i progetti del Comune di Collepasso (o nei quali era presente il Comune) non venissero finanziati o posti in posizione non finanziabile… I precedenti progetti si erano piazzati sempre nelle prime posizioni ed erano stati finanziati… Chissà perché…”.
Appunto! La precedente Amministrazione non si era mai fatto sfuggire un importante finanziamento regionale. Basta, per tutti, ricordare i 600mila euro per il nuovo Centro Diurno per Anziani o i 358mila euro per la Zona Industriale o i 1.537mila euro per il completamento della rete di fognatura pluviale o i 137mila euro per riqualificare la rete commerciale comunale e altri ancora… Mi auguro che l’attuale Amministrazione sappia almeno portare avanti e gestire questi progetti già finanziati …
Indubbiamente, il mancato finanziamento del rifacimento e della riqualificazione urbana di piazza Dante è un’opportunità persa per il nostro Comune. Un fallimento e un pesante “smacco” per Menozzi e la sua Amministrazione alla prima “uscita” nella “ricerca” di finanziamenti seri e decisivi per la comunità collepassese.
Certo, non c’è da meravigliarsi se l’attuale Amministrazione abbia perso questa occasione. Come non c’è da meravigliarsi se la precedente Amministrazione sia sempre riuscita “a portare a casa” importanti finanziamenti, alcuni dei quali piazzatisi tra i primi nella graduatoria regionale.
E’ chiaro che il metodo di lavoro e l’approccio alle problematiche dello sviluppo della precedente Amministrazione avevano permesso risultati oggi impensabili per l’attuale Amministrazione, carente di progettualità e visione complessiva per lo sviluppo della nostra comunità. D’altronde, cosa aspettarsi da un’Amministrazione, il cui consigliere delegato allo Sviluppo Economico scrive testualmente: “a chi mi chiede con quale criterio sono state assegnate le deleghe e che cosa ne so io di sviluppo economico rispondo dicendo che non ne so assolutamente nulla”!!!!
I risultati dell’istruttoria regionale, molto rapida (i termini per la presentazione delle proposte erano scaduti a fine giugno), sono stati ufficializzati con Determinazione del dirigente regionale del servizio Assetto del territorio-Area politiche per la mobilità e qualità urbana n. 462 dell’8 agosto 2011.
Su 39 domande dichiarate ammissibili, per l’importo complessivo di € 110.200.000,00, quella di Collepasso e dell’Unione delle Serre Salentine (complessivo importo di € 2.400.000, pari a 600mila euro per ogni Comune aderente) si è piazzata al 31° posto.
Considerato che le risorse disponibili per tale Azione sono pari a 52 milioni di euro, rientreranno nella copertura finanziaria solo i primi 15 progetti, che hanno richiesto complessivamente quasi 55milioni di euro di interventi.
Nell’immediato sarà molto difficile (impossibile, direi!) che vengano finanziati gli ulteriori progetti, salvo moltissime rinunce da parte di altri Comuni pugliesi od ulteriori disponibilità o integrazioni finanziarie da parte della Regione. Vorremmo augurarcelo!
Peccato! E’ stata persa un’importante occasione per Collepasso ed il mancato finanziamento rappresenta, nell’immediato, il primo, serio e pesante fallimento per Menozzi e la sua amministrazione.

LEGGI ANCHE  La Gazzetta: “Sette Comuni si uniscono per combattere la ludopatia”. Un incontro a Collepasso su iniziativa del Pd provinciale