Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ormai quasi esauriti i loculi cimiteriali: ne sono rimasti solo sette né altri sono in costruzione

Da tempo si era sparsa in paese la voce che fossero in fase di esaurimento i loculi nel Cimitero comunale. Pensavo che fosse una boutade, ‘na voce te chiazza, come si dice. Come è possibile – mi dicevo – che un’Amministrazione non predisponga in tempo loculi per una degna sepoltura dei suoi defunti?!?

Spinto dalla curiosità, dallo spirito civico e dal dovere informativo cui mi porta la cura di questo blog, mi sono recato al cimitero per rendermi conto della situazione.

Con mia somma sorpresa, ho verificato che i loculi cimiteriali sono veramente in via di esaurimento né ce ne sono altri in costruzione. Gli ultimi disponibili erano, all’atto del mio sopralluogo e delle foto (ieri), solo otto. Poi oggi è stato seppellito il caro Virgilio Malorgio e ne sono rimasti sette (colgo l’occasione per un deferente saluto e un omaggio a Virgilio e, in sua memoria, riporto un significativo commento di Mario Mele sulla pagina facebook di questo sito: “Collepasso perde un pezzo della storia musicale, Virgilio è stato un fondatore della musica a Collepasso. Infatti, grazie a Lui, molti come me nel lontano anno 1979 intrapresero la strada della musica per dare orgoglio al NS paese per tutta la provincia di Lecce con un gruppo di circa 25 elementi di cui 3 donne .CIAO MAESTRO VIRGILIO . Condoglianze alla famiglia”).

I loculi residui

Sono rimasti solo sette loculi! Facendo i dovuti scongiuri, con la media di mortalità di quest’anno, i loculi rischiano di esaurirsi entro un mese, al massimo due (speriamo molto più tardi)! Mi sono ricordato che analoga situazione si era verificata nei primi mesi del 2005, sotto l’”aurea amministrazione” di Salvatore Perrone, quando il Cimitero rimase senza loculi e se ne costruirono poi altri in fetta e furia.

E’ mai possibile che con un “SuperAssessore” ai Lavori Pubblici che il Comune di Collepasso ha la “fortuna” di avere, così competente, così in gamba, attento ad ogni dettaglio, zelante e fulmineo (non per niente si è meritato l’appellativo di Superman) persino nel “cogliere l’attimo” mentre un cittadino… fa delle innocue foto ad un impianto di videosorveglianza… non vi sia nemmeno ombra di costruzione di nuovi loculi?!?

La verità è che lo strepitoso (in tutto) assessore ai Lavori Pubblici Luigi Felline preferisce “spiare” i privati ed innocui cittadini (abusando del suo ruolo e commettendo un  reato) invece di “usare” il suo ruolo con serietà e scrupolo per risolvere, come è suo dovere, i problemi del paese! Farebbe bene – lui in primis e tutta l’Amministrazione – “a darsi una mossa” … si metta al lavoro, se è in grado di farlo, e predisponga subito la costruzione di nuovi loculi cimiteriali!

Per il bene ed il buon nome del paese, cerchino i nostri distratti amministratori di non diventare la “barzelletta” di tutta la provincia (e non solo) sulla pelle dei nostri poveri defunti.

Pantaleo Gianfreda

Pubblicato da il 21 luglio 2017. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Both comments and pings are currently closed.

3 commenti a Ormai quasi esauriti i loculi cimiteriali: ne sono rimasti solo sette né altri sono in costruzione

  1. giuseppe mangia

    23 luglio 2017 a 14:44

    Nel cimitero, qualcuno si dovrebbe occupare anche della parte vecchia, che letteralmente “sta sgarra”. C’è da avere paura. Non parliamo poi della sporcizia, dell’assenza di manutenzione ordinaria … A CCI MANE SIMU CCAPPATI!

  2. cambiate assessore

    22 luglio 2017 a 21:24

    secondo me il ragazzo che ha parlato domenica sera alla presentazione del tuo libro, ha più competenze 😀

  3. il PDDL

    21 luglio 2017 a 15:12

    ma perché, come per il lavoro, non si fa un colloquio politico anche per le amministrazioni?
    Tutt’oggi ci troviamo a farci amministrare da gente incapace, o gente che ne approfitta per avvicinarsi al proprio paese per il lavoro. Questo non va bene, non va per niente bene. Non è un discorso solo per quest’amministrazione, perché gente che ne capisce ce n’è, ma in generale. Perché alla fine questo è il risultato.